Archivi tag: Veronica Lario

Berlusconi: “Tutte calunnie della sinistra e non è vero che frequento minorenni”

Nel salotto di Vespa il premier torna sulla vicenda della separazione e accusa l’opposizione e la stampa. “Non sopportano la mia popolarità”. Sul caso Noemi Letizia: “Se avevo qualcosa da nascondere sarei stato un pazzo ad andare li”. Franceschini: “Basta con la teoria del complotto, dimostra che ormai è un po’ alla frutta”.

Silvio Berlusconi di nuovo all’attacco dell’opposizione e dei giornali, sulla vicenda della separazione chiesta dalla moglie Veronica Lario: “E’ tutta colpa della sinistra e della sua stampa – dichiara, nel corso della registrazione di Porta a porta – che non riescono ad accettare la mia popolarità al 75%. E, visto anche lo stato in cui la sinistra è ridotta, ha cominciato con attacchi personali fondati sulla calunnia”. In particolare, è sui rapporti con Noemi Letizia e la sua famiglia che il presidente del Consiglio si difende a spada tratta: “E’ una menzogna che frequento minorenni. Il padre di quella ragazza mi aveva chiamato perché voleva un appuntamento con me e voleva parlarmi: queste cose usciranno domani in un intervista a Chi”.

Intanto, in serata, una tv trentina manda in onda un video che mostra l’ennesima gaffe del presidente del Consiglio. Si tratta di un filmato girato lo scorso 25 aprile. Berlusconi era all’Aquila, e lì ha incontrato l’assessore provinciale trentina alle Pari opportunità, Lia Beltrami. Al momento della foto ufficiale, il premier ha detto, sorridendo: “Posso palpare un po’ la signora?”. L’assessore ha confermato l’episodio.

Insomma, Berlusconi ripete la teoria del complotto: “Tutto falso – attacca – nato dalla trappola in cui anche mia moglie purtroppo è caduta. Le veline sono inesistenti. Un’assoluta falsità”. E rifacendosi proprio al giorno in cui le liste per le Europee sono state definitivamente varate dice: “Sono stato impegnato dalla mattina alla 8 fino alla sera a Varsavia. Non ho avuto modo di levare qualsiasi nome”. La “sforbiciata” agli elenchi è stata fatta, ammette, ma solo perché si doveva ridurre da 100 a 72 candidati. E “sono state eliminate sia uomini che donne. La questione veline è il contrario di quanto la mia formazione ha cercato di portare in politica: vogliamo rinnovamento e anche persone non ‘sgradevoli’, e non è un male”.

Infine, sui rapporti con la Lario, ripete quanto già dichiarato ai giornali: “Il divorzio deve essere una vicenda privata; ma lei dovrebbe riconoscere il suo errore. Le voglio ancora un mare di bene”. Tra gli errori, spiega, c’è anche l’aver dichiarato che lui non ha partecipato alle feste di diciott’anni dei figli: ”Luigi mi ha detto di non aver fatto la festa. Per Barbara ho sostenuto finanziariamente la sua festa che si è svolta a Las Vegas, gli invitati erano in maschera del ‘700 veneziano”. Quanto a Eleonora, la terza, “non si ricordava neanche che aveva fatto una festa”.

Dal sito di quei comunisti de La Repubblica.

Insomma, possiamo aggiungere, senza ombra di smentita, chi se ne frega?
A parte il fatto che Berlusconi ci vive da Vespa (è sempre lì, la signora Veronica dovrebbe essere gelosa di Bruno Vespa, altro che veline!), ma saranno ben fatti suoi?
E come ogni volta e’ un “complotto della sinistra”, i comunisti!
Estiqaatsi, il grande capo indiano Cherokee, mi ha confidato che anche lui segue con interesse la vicenda. Provo a chiamarlo, magari è qui nei paraggi. Estiqaatsi! Estiqaatsi!… ESTIQAATSI!!!

Silvio e le veline.

Mi suscita ilarità la notizia che Veronica Lario, la moglie “ombra” di Silvio Berlusconi, si sia scandalizzata ed offesa che suo marito cercasse di avere come candidate veline e prezzemoline (tra le quali spicca Angela Sozio ex concorrente del Grande fratello 3 che fu fotografata nella villa di Arcore, insieme ad altre sgallettate, mentre teneva per mano il buon Silvio) per il Popolo Delle Libertà (le sue).

La signora Veronica dice: “In Italia la storia va da Nilde Jotti e prosegue con la Prestigiacomo. Le donne oggi sono e possono essere più belle; e che ci siano belle donne anche nella politica non è un merito nè un demerito. Ma quello che emerge oggi attraverso il paravento delle curve e della bellezza femminile, e che è ancora più grave, è la sfrontatezza e la mancanza di ritegno del potere che offende la credibilità di tutte e questo va contro le donne in genere e soprattutto contro quelle che sono state sempre in prima linea e che ancora lo sono a tutela dei loro diritti.
Qualcuno ha scritto che tutto questo è a sostegno del divertimento dell’imperatore. Condivido: quello che emerge dai giornali è un ciarpame senza pudore, tutto in nome del potere”.

Silvio, da parte sua nega tutto: “ha creduto a quello che hanno messo in giro i giornali. Ex show girl in lista? Ma quando mai. E’ tutta una manovra della stampa di sinistra. Mi sembra che la situazione sia molto chiara, c’è una manovra montata dalla stampa di sinistra e dell’opposizione sulle nostre liste con notizie assolutamente infondate. Mi spiace che la signora (ovvero la moglie, ndr) abbia creduto alla stampa”.

Silvio nega, nega sempre tutto, dice bianco, ma poi nega, lui ha detto nero. Barbara Matera, ex annunciatrice Rai, è una delle candidate del Pdl alle prossime elezioni europee. “L’ho conosciuta tramite Letta – ha spiegato il presidente del Consiglio – perché è fidanzata con il figlio di un prefetto amico del sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Il premier rivela poi che “è bravissima” e che ad ogni comizio la presenterà “e la lascerà parlare”. E non dimentichiamo Mara “ArfCarf” Carfagna!

A contorno di questa viscida vicenda, che dovrebbe solo fare sorridere, amaramente, ma sorridere, c’e’ anche la reazione indignata del fan (si, fan, come di un calciatore, di una rock star, come se fosse un mito) che si riuniscono in fan club (zOMG!), che con se la prendono con la “Signora Veronica”, invece che con il Cavaliere.

“Le esternazioni della signora Lario lasciano esterrefatti, se voleva ricordarci che esiste l’ha fatto nel modo peggiore”,”Ha perso una buona occasione per stare zitta. Troppo comodo fare la moglie di Silvio, goderne gli agi e poi attaccarlo”, “Non sei mai stata una grande attrice e hai una vita da favola grazie a tuo marito. Piantala di infangarlo”, “Ricorda che Silvio ti ha visto al cinema in Attila il flagello di Dio, non alla catena di montaggio come in Ufficiale e Gentiluomo…”, “Ma chi era prima Veronica? Certo che sputare nel piatto che ti ha permesso la bella vita…”, …

Ah, già, pure Veronica era nel mondo dello spettacolo… e tra le altre cose la stampa straniera ci prende anche questa volta per i fondelli. Per favore, la prossima volta, potete votare una persona un po’ più seria?