Archivi tag: Varie

Puzzette sotto controllo!!!

Guardando un terribile reality show inglese su discovery channel sono venuto a conoscenza di un incredibile prodotto che diventerà fondamentale nella vita di tutti i giorni, le mutande anti-scureggia. Il prodotto si chiama Under-Ease, ed e’ in pratica un sacchetto di plastica a forma di mutandone più scomodo ed orribile di un famoso “mutandone della nonna” che sul retro ha una apertura chiusa da un filtro al carbone attivo, che deodora i gas in uscita generati dalla flatulenza, gas conosciuti meglio con il nome di “puzzette”. Mai più senza.

IT e il lavoro più antico del mondo…

Lavori a degli orari bizzarri, come le prostitute
Sei pagato per rendere felice il tuo cliente, come le prostitute
Il tuo cliente paga tanto, ma è il tuo padrone che intasca, come le prostitute
Anche se sei bravo, non sei mai fiero di quello che fai, come le prostitute
Sei ricompensato se soddisfi le fantasie del cliente, come le prostitute
Ti è difficile avere e mantenere una famiglia, come le prostitute
Quando ti domandano in che cosa consiste il tuo lavoro, tu non puoi spiegarlo, come le prostitute
I tuoi amici si allontanano da te e resti solo con gente del tuo tipo, come le prostitute
E’ il cliente che paga l’hotel e le ore di lavoro, come le prostitute
Il tuo padrone ha una gran bella macchina, come le prostitute
Quando vai in “missione” da un cliente, arrivi con un gran sorriso, come le prostitute
Ma quando hai finito, sei di cattivo umore, come le prostitute
Per valutare le tue capacità ti sottopongono a dei terribili test, come le prostitute
Il cliente vuole pagare sempre meno e tu devi fare delle meraviglie, come le prostitute
Quando ti alzi dal letto dici “Non posso fare questo per tutta la vita”, come le prostitute

Fabio Treves ed il Rugby!

Ho avuto il piacere di ricevere una email dal famoso bluesman Fabio Treves, della Treves Blues Band, che si complimenta con noi di quello che stiamo facendo e che ci segnala il suo programma sul blues (e sul rugby!) che conduce su Lifegate Radio.

“Volevo avvisarti che spesso per radio-a LIFEGATE- che si sente anche a Torino, parlo del RUGBY il mio sport preferito che, come tu ben sai, è l’altra faccia del..BLUES!
Come nel BLUES ci sono valori unici come l’amicizia, la lealtà ,il non voler mai arrendersi e la voglia di vivere..
Bon prossimamente vorrei leggere alcuni aforismi riportati nel tuo sito e salutarti con affetto..tutto qui..
Spero di incontrarti quanto prima…il primo concerto in provincia di Torino è a TROFARELLO, il 22 Maggio…
A presto..BLUES e PALLA OVALE ALLE MASSE!”

Il programma radiofonico si chiama “Life in Blues” e potete ascoltarlo anche qui, oppure andare ad un suo concerto come quello del 24 maggio a Vercelli, in Piazza Cavour.

Team Roller Flash – Santhià (Vc)

Avevo visto qualche tempo fa dei volantini che parlavano di pattinaggio (a rotelle) in linea, quello dei rollerblade per intenderci, nel comune dove ora risiediamo, a Santhià, ma non li ho più trovati. Sono riuscito però a contattarli direttamente, ed allora gli faccio un po’ di pubblicità.

Team Roller Flash è una associazione sportiva dilettantistica, iscritta al coni ed affiliata uisp e fihp, che pratica il pattinaggio in linea e cura corsi di avviamento per imparare il inline skating e le sue discipline (free style, roller cross, artistico in linea, hockey) e permette di fare pattinaggio libero, con noleggio pattini, il mercoledì dalle 18:00 alle 20:00 ed il sabato dalle 15:00 alle 16:30 presso il palazzetto dello sport di Santhià, in provincia di Vercelli..
Se volete saperne di più o fare una lezione gratuita, andate al palazzetto dello sport di Santhià (quando svolgono attività).

Telefono 331 5269265 / 331 3412250
e-mail : team.rollerflash@tele2.it

Le parole più cercate!

Dal contatore Shinystat ho preso l’elenco della parole più utilizzate per raggiungere il mio sito tramite i motori di ricerca per il mese di dicembre 2008!
Questa volta non vince più Michelle Hunziker, ma la ricerca di Vanessa Incontrada senza veli!

treni, vanessa incontrada nuda, where is wally, estiqaatsi, spears, hot chip the warning, aforismi rugby, michela vittoria brambilla, distributori metano germania, mary jane girls, lennart green, andrea pancotti, frasi sul rugby, coperta con maniche, metano in germania, meade mysky, metano germania, rigo musicale, coperta con le maniche, pancotti, the warning hot chip, frasi rugby, oscar wilde rugby, treno alta velocità, bunet piemontese, grande capo estiqaatsi, casco daft punk, eleonora berlusconi, eko kiwi, incontrada nuda, mirò, pentagramma vuoto, stefano frosi, where is wally?, daft punk console , fiorella ceccacci rubino, maddalena corvaglia, mara carfagna, aurora ramazzotti, berlusconi, caterina guzzanti, fiorella ceccacci, hot chip warning, treni alta velocita, treni italiani, vittoria brambilla, 610 podcast, adattatore ngv1, aforismi sul rugby, bergamasco, caschi daft punk, coperta maniche, distributori metano in germania, foto treni, treni alta velocità, trova wally, valeria marini, www.guitarhero.it, britney spears nuda, consolle daft punk, fiat punto classic natural power, figli britney spears, fiorella rubino, gruss gott, marco daniele clarke, marco paolini rugby, marina ripa di meana, mauro bergamasco, motorpsycho let them , ngv1, pene gatto, righi musicali vuoti, rugby aforismi, spartiti vuoti, spartito vuoto, visitare cinecittà, vrbe, britney spears brutta, coppa rugby, daft punk consolle, eko kiwi special, fiat punto, foto spears, gatti grassi, hot chip – the warning, michela vittoria, motorpsycho, motorpsycho let them eat cake, pancotti auto, pdi metano germania, poi metano germania, porta graciela, punto classic natural power, puttanone, sesta vertebra, spartiti musicali vuoti, spartito musicale vuoto, treni ad alta velocita, treni italia, treno ad alta velocità, treno alta velocita, michela vittoria brambilla, …

Sottoscrizione per Cosimo Alessandro

“Come sicuramente sapra’, domenica scorsa, durante l’incontro Rugby Pistoia – Pro Spezia Rugby, il tallonatore spezzino Cosimo Alessandro è stato vittima di un gravissimo infortunio alla spina dorsale che lo ha costretto ad un lungo intervento chirurgico presso il C.T.O. di Firenze dove è ancora ricoverato. Con la presente, la società Pro Spezia Rugby vuole ringraziare pubblicamente tutti quanti si stanno stringendo intorno a Cosimo sia fattivamente sia emotivamente, mai come oggi lui e la sua famiglia hanno bisogno di sostegno. Cosimo infatti era, per via di una situazione che non è qui il caso di affrontare, l’unico sostentamento per sé, la madre e la sorellina e nessuno è in grado di dire oggi quando e come sarà nuovamente in grado di assumersi tale responsabilità.
Per cercare di dare nella vita lo stesso sostegno che siamo soliti dare in campo, la nostra società ha aperto il conto corrente
Amici di Alessandro Cosimo – codice IBAN IT33Y0603010701000049625C00 ad uso esclusivo della madre di Cosimo e a disposizione di chiunque abbia intenzione di dare una mano.
Vi prego di “girare” questa email a tutti i Presidenti dei Comitati Regionali d’Italia così che la famiglia possa dedicarsi al 100% al recupero di Cosimo senza avere la testa impegnata dai quotidiani problemi economici che tutti conosciamo, anche solo un euro è un aiuto importante.
Ringraziando anticipatamente Lei e tutti coloro che vorranno partecipare a tale iniziativa, vi invitiamo, in caso di qualunque necessità di comunicazione, a contattarci al seguente indirizzo e-mail: matteopagni@hotmail.com
Cordiali saluti,

ASD PRO SPEZIA RUGBY CLUB

Indirizzo: VIA GRADO, 28 19131 LA SPEZIA (SP)

Telefono – Fax: 0187/20918

Codice: 262690

email: LISP.PROSPEZIARUGBY@federugby.it”
http://www.amicidicosimo.it

Sei di Torino…

quando per dire che hai marinato la scuola dici : ho tagliato!
se l’appartamento lo chiami “alloggio”…
se quando ordini un Marocchino in Calabria ti guardano come se fossi un marziano…
se per fare la svolta da corso a corso ti metti nel controviale…
se d’estate al bar siedi nel Dehor…
quando dici “beh, io a questo punto farei che andare a?pranzo” e loro ti guardano ancora più strano e si chiedono perchè non?puoi andare e basta senza “fare che andare”…
se almeno uno dei tuoi genitori non e’ torinese
quando la frase “ho fatto la figura da cioccolataio” non è positiva, anche tu fossi golosissimo …
se dici tamarro o popkillerino,cabinotto e squatter…. al posto di p-goldino, pariolino e alternativo…
quando pensi che girare a destra quando il semaforo e’ rosso sia legale…
se non usi mai il passato remoto!
quando fuori dal Piemonte ordini uno stick al bar e ti guardano come se venissi da Marte…
se anzichè chiedere “Come va?” dici “Com’è?” e nel 90% dei casi ti rispondono “Com’è cosa?”.
se almeno una volta hai letto sui cavalcavia “ROMA PROVINCIA TORINO CAPITALE”.
se non vuoi salire sulla Mole per non andar male all’universita’.
se ogni tanto dici “nèèèè”.
se a chi non è di Torino (o del Piemonte) chiedi un cicles e nessuno sa cosa sia…
se una cosa bella per te è “cisti”.
quando abusi del “più”, preferibilmente a seguito del solo”(es.: ne restano “solo più” 2) …
se i tuoi appuntamenti sono davanti al Mc.
se dici “non mi oso”…
quando…sei in viaggio, soffri la macchina ed esclami “sto patendo!!!”.
se ogni volta che vai al pub trovi l’indiano che vende le rose.
se allarghi tutte le “E”: “cazzo mEnE”
se per te ogni via larga e lunga è un Corso …
se chiami il conducente dell’autobus “Guido”.
se ti giran le balle se una via principale fa una curva …
quando fuori dal Piemonte vai al bar e chiedi una brioche…
se abusi della parola “minchia”.
se dici “non mi chiudere” o “non c’ho testa”.
quando in vacanza ordini un San Simone e guardandoti perplesso il cameriere ti porta un’immaginetta sacra…
quando commenti qualcosa andato storto dicendo “Suma bin ciapà”…
se guidando gridi “Bùgia!” a chi va piano…
se vai al mare in Liguria.
se il 24 giugno non lavori e vai a vedere i fuochi.
se ti piange il cuore e ti incazzi nel vedere il Fila in quelle condizioni, di qualsiasi squadra tu sia…
quando ti perdi se le strade non si incrociano in modo perpendicolare…
se leggendo alcune frasi precedenti ti sei ripetuto: “Perchè scusa? Non si dice così ovunque??”.

(trovato su internet…)

Il Blog su blogger.com

Ciao a tutti, ho aperto un blog su blogger.com, servizio della famiglia di Google, per due semplici motivi, uno è che blogger e’ davvero molto funzionale (ho fatto per esempio crescentino.com, su Crescentino e dintorni, e quello dell’Isana Rugby Club), secondo perche’ il filtro internet che viene utilizzato da noi, Smart Filter, blocca l’accesso al mio sito impedendomi di aggiornarlo, categorizzandolo come “personal pages”.

Ora mi trovate qui: http://anpanblog.blogspot.com/

Moved here: http://anpanblog.blogspot.com/

Isana Rugby Club

Ancora non ne avevo parlato qui. Io ed alcuni amici/colleghi e Stefania, abbiamo fondato un rugby club. Abbiamo per ora fatto solo pochi allenamenti, sei per la precisione, siamo gia’ in piu’ di 25 a trovarci al campetto presso i Carabinieri a Crescentino.
Le cose vanno a gonfie vele! A fine luglio finiamo gli allenamenti ed andremo a vedere gli allenamenti della nazionale a Morgex il 31 Luglio 2008.
Il tre settembre, sempre un mercoledì, riprenderemo a fare allenamento ai Carabinieri, e quando la luce solare non lo permetterà più, chiederemo ospitalità al calcio a Crescentino, sperando che ce la accordino…
Nel mentre cerchiamo qualche sponsor che possa farci fare cappellini, t-shirt, polo o altro, per racimolare qualche soldo per le attività e per comprare il materiale per gli allenameti.
Comunque, per saperne di più visitate il sito dell’ Isana Rugby Club!

Il lodo Alfano passa. VERGOGNA!!!

L’ immunita’ è legge dello Stato, “E ora la riforma della giustizia”
ROMA – Settandue ore di dibattito, equamente divise tra Camera e Senato, per chiudere quattordici anni di dibattiti. E, come dice l’Italia dei Valori, “mettere a tacere sessanta anni di carta costituzionale”. Alle 19 e 58 minuti il lodo Alfano, lo scudo penale per le quattro più alte cariche dello Stato per la durata del mandato, è legge dello Stato. L’aula del Senato ha approvato il testo che porta il nome del ministro Guardasigilli con 171 sì e 128 no. Il primo, evidente, risultato è che il processo in svolgimento a Milano, prossimo alla sentenza di primo grado, dove Berlusconi è imputato con l’avvocato Mills di corruzione in atti giudiziari, perderà il suo principale imputato. Che viene “congelato”, in attesa che finisca il suo mandato. (22 luglio 2008) [fonte]

Venerdì 27 giugno, Vercelli, contro il decreto salva Berlusconi!

Abbiamo organizzato, per il giorno Venerdì 27 giugno, un sit in di fronte al palazzo di Giustizia di Vercelli per protestare contro il DL salva Premier e contro la proposta di legge per le intercettazioni telefoniche.
Vi chiediamo di aderire alla manifestazione sia come organizzazioni sia come privati cittadini.La ricerca dell’impunità da parte della casta e l’offensiva contro la Magistratura pongono in serio pericola la tenuta democratica del Paese e, di fatto, violano i principi di uguaglianza di fronte alla legge tra i cittadini ed i diritti in generale.
Dobbiamo rifiutare una società dove i potenti sono “più uguali” dei semplici cittadini.
Potete contattarmi per informazioni o partecipare alla riunione organizzativa che si terrà martedì o mercoledì sera (mi riservo entro domani mattina di farvi sapere giorno ed ora esatti) presso la nostra sede.
Abbiamo già pronto del materiale informativo e dei volantini, ma, prima di produrre i documenti, attendiamo di poter presentare una piattaforma comune e materiale comune.
Attendo un Vs. riscontro.
” Dario Roasio http://beppegrillo.meetup.com/491/

Fazio chiede scusa in Tv a Schifani: “Nessuna congiura o complotto”

“Dure polemiche dopo le affermazioni del giornalista su Rai 3, Di Pietro: “Ha fatto il suo dovere, non si cancella il passato con un colpo di spugna”. La dura condanna del direttore generale della Rai. Critica anche Finocchiaro: “Attacchi senza contradditorio”.

ROMA – Scatenano un putiferio politico gli attacchi di Marco Travaglio al presidente del Senato, Renato Schifani. Ieri sera il giornalista, intervistato da Fabio Fazio durante “Che tempo che fa”, aveva citato un brano di un proprio libro in cui si diceva che Schifani aveva avuto rapporti con persone condannate per mafia. Una frase che ha provocato una bufera. “Si tratta di fatti inconsistenti o manipolati che non hanno nemmeno la dignità per generare sospetto”, ha replicato oggi in serata Schifani, intervistato dal Tg2. Forti critiche sia da parte del Pdl, che chiede anche un intervento sanzionatorio da parte della Rai, che da qualche esponente del Pd, mentre Di Pietro si schiera con Travaglio. Venendo per questo a propria volta attaccato da diversi esponenti della destra. […] Fonte repubblica.it

E succedera’ come le altre volte in cui Travaglio e’ stato denunciato, ed ha sempre vinto le cause e preso dei soldi. Travaglio non ha esposto dei suoi pensieri, ma semplicemente riportato dei fatti. Dopo le scorse esperienze, si veda per esempio il caso Luttazzi-Travaglio, Travaglio si e’ molto tutelato, se prima diceva fatti di cui era certo, ora dice solo cose di cui e’ certissimo. Quindi Schifani ha avuto rapporti con persone condannate per mafia, ed ora e’ presidente del Senato. Forza Italia!

Pessimo e’ stato anche Fazio, a chiedere scusa, manco avesse detto lui qualcosa. Poi, chiedere scusa di cosa? Di aver lasciato Travaglio dire le cose come stanno?

Io sono un Sistemista…

Ecco le “job description” dei lavori nel campo dell’Information Technology. [link]

Direttore dell’ Informatica
Scavalca i grattacieli con un salto. E’ piu’ potente di una locomotiva. E’ piu’ veloce di un proiettile. Cammina sull’ acqua. Da’ suggerimenti a Dio.

Capo degli analisti
Scavalca edifici in un sol balzo. E’ piu’ potente di un locomotore da manovra. E’ veloce come un proiettile. Cammina sull’ acqua se il mare e’ calmo. Parla con Dio.

Capo progetto
Scavalca edifici con la rincorsa. E’ potente quanto un locomotore da manovra. E’ veloce quasi quanto un proiettile. Cammina sull’ acqua in una piscina coperta. Parla con Dio se viene approvata una speciale richiesta.

Analista senior
Puo’ talvolta saltare capanne con la rincorsa. Perde dopo strenua lotta con un locomotore da manovra. Puo’ sparare un proiettile. Nuota bene. Viene occasionalmente interpellato da Dio.

Analista-programmatore
Lascia profondi segni sui muri quando tenta di scavalcare edifici. Viene travolto da un locomotore da manovra. Puo’ talvolta maneggiare armi senza ferirsi. Sa nuotare in piscine poco profonde. Parla agli animali.

Programmatore
Inciampa nei gradini quando tenta di entrare negli edifici. Talvolta dice “Guarda il ciuf-ciuf”. Si bagna con una pistola ad acqua. Sa evitare di annegare nelle pozzanghere. Borbotta tra se’.

Neoassunto
Entra negli edifici. Riconosce una locomotiva due volte su tre. Puo’ maneggiare solo armi scariche. Sta a galla con la ciambella. Parla ai muri.

Sistemista
Solleva gli edifici e cammina sotto di essi. Fa deragliare le locomotive. Afferra i proiettili coi denti e li mangia. Gela l’acqua con un solo sguardo. E’ DIO.

Highlander e’ un ciccione!

Studio: la quantità delle cellule di grasso rimane costante nell’organismo per tutta la vita, il numero si decide durante l’infanzia. Il medico: “Importante la tipizzazione del paziente”.
Le cellule adipose sono immortali
Ecco perché è difficile perdere peso, aperta la strada a un nuovo modo di guardare all’obesità

Chi da sempre ha qualche chilo di troppo e non riesce a perderlo può mettersi l’animo in pace: le cellule adipose sono immortali. O meglio: muoiono, ma subito vengono rimpiazzate da altre dello stesso tipo. Una ricerca svedese pubblicata su Nature afferma, infatti, che il numero degli adipociti, ovvero le cellule di grasso, rimane costante nell’organismo di un adulto per tutta la vita.

Le cellule che muoiono vengono subito rimpiazzate. Secondo Kirsty Spalding, del Karolinska Institute di Stoccolma, che ha studiato campioni di grasso prelevati attraverso la liposuzione sia da persone grasse che magre, il numero degli adipociti rimarrebbe lo stesso anche in adulti che sono diventati magri dopo aver perso parecchi chili. Un risultato che lei e i suoi colleghi spiegano con il fatto che il livello di obesità è stabilito sia dalla combinazione tra il numero delle cellule di grasso e la loro grandezza, sia dallo stato degli adipociti, che nel corso della vita subiscono delle modificazioni a seconda della quantità di grasso assunta con il cibo.

“Questa scoperta – spiega Claudio Taboga, medico specialista di Endocrinologia presso il dipartimento di Nutrizione clinica dell’Ospedale di Udine – accorcia le distanze tra l’obesità cosiddetta ipertrofica, cioè dovuta all’aumento del volume cellulare, e quella iperplastica, cioè dovuta all’aumento del loro numero. Secondo questa ricerca, il substrato anatomico resterebbe invariato ed è questo il motivo per cui per certe persone è così difficile dimagrire. Ogni cellula occupa uno spazio ben preciso e quando ci sono problemi di numero è difficile ottenere perdite di peso significative, ma con un trattamento ad personam ci sono possibilità di miglioramento. Non dimentichiamo – conclude – che l’obesità non è mai una condizione unitaria, la tipizzazione del paziente è fondamentale”.

Secondo il professor Mauro Magnani, ordinario di Biochimica e direttore del Centro per le Biotecnologie dell’Università di Urbino, “bisogna lavorare a livello biochimico sull’accumulo di lipidi nelle cellule e sui meccanismi che regolano il loro metabolismo. Purtroppo dell’obesità precoce non si sa quasi nulla, ma questa scoperta potrà forse aiutare la scienza anche in questo senso”.

Sebbene il numero degli adipociti rimanga costante durante tutta l’età adulta, ci troviamo di fronte, spiega la professoressa Spalding, ad un processo dinamico di morte e rinascita, in cui cellule grasse “vive” rimpiazzano quelle “morte” con un tasso del 10 per cento circa l’anno. Il numero di tali cellule nel nostro corpo resterebbe quindi sempre identico, anno dopo anno, dall’adolescenza all’età adulta. Una scoperta che fa pensare che la differenza del numero di cellule di grasso tra le persone obese e magre si stabilisca durante l’infanzia e rimanga tale per tutta la vita. Sfiancanti ore di palestra, diete dimagranti, pasti saltati e creme brucia-grassi: sarebbe perciò tutto inutile, o quasi.

La ricerca suggerisce però domande interessanti: cosa determina il numero di cellule grasse nel corpo di una persona? Quando esattamente si stabilizza questo numero? C’è un modo per intervenire e ridurre questa quantità? E si potrebbe tentare di far morire queste cellule prima che altre rinascano? La comunità scientifica americana si è subito dimostrata entusiasta della scoperta, cogliendone tutte le potenzialità. “Questa notizia apre la strada a un nuovo modo di guardare all’obesità – sintetizza Lester Salans, della scuola di medicina Mount Sinai di New York, mentre secondo Jeffrey S. Flier, ricercatore della Harvard Medical School, dietro di essa c’è “tutto un sistema che aspetta solo di essere esplorato”.

La scoperta è stata fatta studiando i livelli degli isotopi radioattivi trovati all’interno delle cellule di grasso di persone che hanno vissuto durante il breve periodo della “Guerra Fredda”, quando, tra il 1955 e il 1963, sono stati fatti diversi esperimenti nucleari. La prova che gli adipociti morti verrebbero sostituiti con altri nuovi è stata fornita dall’analisi dei tessuti di persone le cui cellule grasse si erano rinnovate prima di quel periodo. Queste persone avevano assorbito radioattività solo successivamente, dimostrando come le cellule fossero state ricostituite.

Già Jules Hirsch, della Rockefeller University di New York, aveva cercato di spiegare perché per certe persone fosse così complicato perdere peso, a differenza di altre, e le sue conclusioni si erano avvicinate molto a quelle dei suoi colleghi svedesi. Ma gli studi a un certo punto si arenarono. La domanda, allora come oggi, era comunque sempre la stessa: cosa regola questo processo? E c’è qualche possibilità di intervenire? di SARA FICOCELLI

Lo sapevate?

“In molti, negli ultimi giorni di campagna elettorale, mi hanno ricordato che annullare la scheda e sollecitare altri elettori a negare il voto a Veltroni oggi può tradursi in un incubo poiché, come scrive Pancho Pardi a Grillo sulla pagine di Micromega, “se la coalizione Berlusconi-Fini-Bossi-Ciarrapico avrà un solo voto in più della coalizione Veltroni-Di Pietro, lo psiconano (…) avrà per cinque anni uno strapotere di governo, cambierà la Costituzione e si farà eleggere per sette anni Presidente della Repubblica con poteri ancora più grandi, e in dodici anni di potere semidittatoriale modellerà a sua immagine la Corte Costituzionale, i servizi segreti, i carabinieri, la polizia, la guardia di finanza…””
societademocratica.com

Ed allora Bolzaneto sembrera’ una banale marachella… Grillo ha detto in un intervento che questo governo appena eletto, qualunque esso sia, durera’ solo un’anno. Io gli credo. Lui e’ il mio demiurgo.

Arthur C. Clarke

Sir Arthur Charles Clarke (Minehead, 16 dicembre 1917 – Colombo, 19 marzo 2008) è stato un autore di fantascienza e inventore britannico.
Clarke è ai più noto per il suo romanzo 2001: Odissea nello spazio. Ispirato al racconto breve La sentinella (The Sentinel – 1948) dello stesso Clarke, il romanzo è in realtà cresciuto assieme alla sceneggiatura del film 2001: Odissea nello spazio realizzato con il regista Stanley Kubrick.
Clarke ha però al suo attivo una produzione letteraria assai estesa, tra cui la celebre serie di Rama, che alcuni considerano come una sorta di seguito di 2001. Esiste poi un asteroide (4923 Clarke) battezzato così in suo onore. Sempre in suo onore è stata chiamata “Fascia di Clarke” l’orbita geostazionaria della terra. Egli infatti fu il primo che ipotizzò, in un suo romanzo, l’utilizzo dell’orbita geostazionaria per i satelliti dedicati alle telecomunicazioni. Trovandosi sulla fascia di Clarke tutti i satelliti televisivi, una ditta tedesca di produzione di ricevitori satellitari ha pensato di prendere il nome di Clarke-Tech e dunque anch’essa deve il suo nome allo scrittore.
È considerato un autore di fantascienza hard o “classica”, dato che una caratteristica saliente dei suoi romanzi è l’attenzione per la verosimiglianza scientifica.

http://it.wikipedia.org/wiki/Arthur_C._Clarke

Kiva.org

E’ una specie di microbanca di microcredito, dove si possono prestare, tramite il sito, i soldi a piccoli imprenditori di paesi piu’ poveri.

Per esempio:

Oppure:

Piuttosto che dare soldi “a perdere” a grandi organizzazioni, qui si prestano, con la garanzia che tornino indietro. Io ho prestato 25 dollari a queste donne, per il loro allevamento di maiali.