Archivi tag: News

Test match: Inter e Milan negano San Siro agli All Blacks e gli sponsors fanno festa

Altro che Champions League e zolle, il problema – come sempre – è il vile denaro. 

L'Italia non sfiderà gli All Blacks a San Siro. E' arrivata da poco l'ufficialità (lettera del Comune di Milano a Dondi), nonostante le diplomazie si siano freneticamente mosse in silenzio nelle ultime ore, ed è ormai certo che i campioni del mondo della Nuova Zelanda giocheranno a Roma il prossimo 17 novembre. Ecco i veri perché.

Come avevo già scritto settimana scorsa i primi a mettere il bastone tra le ruote a questo importantissimo evento per Milano sono stati Massimo Moratti e l'Inter. Ufficialmente i problemi riguardavano la rizollatura dello stadio e la concomitanza con la Champions League. Problemi futili, perché la rizollatura a novembre è prevista – e con il nuovo manto in parte in sintetico pure inutile – e perché l'Inter in Europa l'anno prossimo non ci sarà.

Dunque, quali sono i veri motivi per il veto neroazzurro? Semplice. I soldi. O, meglio, gli sponsor dell'Inter. A dire niet all'utilizzo di San Siro da parte del rugby, infatti, sono stati due nomi importanti. Nike (foto: infophoto) e Rcs Sport.

Sul primo il motivo appare ovvio. Gli All Blacks sono marchiati Adidas, l'Italia da luglio sarà marchiata Adidas. Il Milan, che ha dato il suo ok e che avrebbe voluto combinare qualche evento a Milanello con i tuttineri è marchiato Adidas. Serve aggiungere altro?

Il secondo per i non addetti ai lavori apparirà più oscuro come motivo. Rcs Sport è il partner per la gestione dei diritti di sponsorizzazione del club nerazzurro. E con ciò, direte? Ebbene, nel 2009 Rcs fu colei che organizzò – ottimamente – il match tra l'Italia e la Nuova Zelanda a San Siro. Dopo quell'esperienza, sull'onda dell'entusiasmo, la Fir – cioé Dondi – decise che si poteva fare tutto da soli, che era inutile dividere gli utili con Rcs, e ruppe i rapporti. Il risultato? Il flop del 2010 a Verona e non solo. Insomma, la parte organizzativa del gruppo cui fa parte la Gazzetta dello Sport (ora capite perché la Rosea negli ultimi 2 anni ha dato zero spazio al rugby!) se l'è legata al dito e, a tre anni di distanza, non ha intenzione di "regalare" San Siro alla Fir.

Ma, alla fine, anche il Milan non ha aiutato nelle trattative. Anzi, dopo aver garantito per settimane l'appoggio al progetto, oggi Adriano Galliani ha ritirato la sua – ormai certa – firma. "Troppo complessa", questa l'incredibile giustificazione dell'a.d. del Milan per motivare il voltafaccia dell'ultima ora. Insomma, se prima erano i neroazzurri a dire no, ora è l'intero calcio milanese ad aver negato l'occasione d'oro a Milano.

http://rugby1823.blogosfere.it/2012/03/test-match-linter-nega-gli-all-blacks-per-far-contenti-gli-sponsor.html

21 MARZO…IN RICORDO DELLE VITTIME DI MAFIA

Vi ricordiamo l'appuntamento di domani sera in oratorio alle ore 20.20 per la breve marcia in memoria delle vittime di mafia…alle 21 è tutto finito perchè inizierà la proiezione dell'ultimo film in rassegna INVICTUS. abbiamo invitato i ragazzi delle scuole, contiamo su un'adesione in massa ….speriamo di essere tantissimi…
grazie a tutti
vi aspettiamo….
 
Presidio Libera "G. Di Matteo" Saluggia
——————–
Tutti invitati!!! -ap-

21 MARZO…IN RICORDO DELLE VITTIME DI MAFIA

Ciao a tutti…
mercoledì 21 marzo 2012 ricorre la XVII giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle Mafie. Per sottolineare il ricordo di queste vittime innocenti abbiamo organizzato una marcia silenziosa che si snoderà per le vie del centro di Saluggia. Per questo vi diamo appuntamento a Mercoledì 21 marzo alle ore 20.20 nel Cortile Oratorio per l’inizio della marcia. Il silenzio verrà interrotto soltanto dalla lettura dei nomi di tutte le vittime delle mafie. Percorreremo insieme la strada passando da Via Fiume, sosteremo in Piazza Municipio, Via Don Cerruti, Via San Giovanni, ritorno in Oratorio.
Al termine della marcia ci sarà l’ultima proiezione del Cineforum 2012. Il film in calendario è INVICTUS. Al termine dibattito e riflessione guidata da Don Franco Patrevita. Chiediamo a genitori, ragazzi, insegnanti di partecipare numerosi per dare forza all’iniziativa. Ricordare insieme queste vite spezzate dalla violenza e dalla crudeltà sia un momento di forte unità tra di noi.
Vi aspettiamo in tantissimi!

RIP, Moebius


Jean Giraud, the comics artist who worked under the name Moebius, has died at the age of 73. Moebius defined the style of Metal Hurlant/Heavy Metal, a surreal, madcap, sometimes grotesque science fictional visual style that is often imitated but which Moebius himself produced to high spec and in such great amounts. On Tor.com, art director Irene Gallo remembers him: "He was a particular favorite among his fellow artists. Many creatives and readers will mourn his passing." Neil Gaiman also has words on his passing:

I couldn’t actually figure out what the Moebius stories were about, but I figured that was because my French wasn’t up to it. (I could get the gist of the Richard Corben Den story, and loved that too, and not just because of the nakedness, but the Moebius stories were obviously so much deeper.)

I read the magazine over and over and envied the French because they had everything I dreamed of in comics – beautifully drawn, visionary and literate comics, for adults. I just wished my French was better, so I could understand the stories (which I knew would be amazing).

I wanted to make comics like that when I grew up.

I finally read the Moebius stories in that Metal Hurlant when I was in my 20s, in translation, and discovered that they weren’t actually brilliant stories. More like stream-of-consciousness art meets Ionesco absurdism. The literary depth and brilliance of the stories had all been in my head. Didn’t matter. The damage had long since been done.

I recently reviewed The Incal, Moebius and Jodorowsky's bizarre, classic, lately reprinted science fiction comic.

http://boingboing.net/2012/03/10/rip-moebius.html

Jean Giraud più noto con gli pseudonimi di Moebius e di Gir (Nogent-sur-Marne8 maggio 1938 – Parigi10 marzo 2012[1][2]) è stato un fumettista francese.

È considerato uno dei più importanti disegnatori di fumetti al mondo ed è noto soprattutto per le sue storie fantastiche – fantascientifiche.

http://it.wikipedia.org/wiki/Jean_Giraud

——————————————————————–
A: Addio Moebius!

Brunel rivoluziona l’Italia tocca a Mirco Bergamasco

Il ct azzurro vara una squadra meno giovane e molto operaia per la proibitiva sfida di sabato a Cardiff contro il Galles, quarto impegno nel Sei Nazioni. Torna titolare l'ala del Racing Metro, tra le novità anche Semenzato

di MASSIMO CALANDRI 

ROMA – Alla disperata di ricerca di un centro di gravità permanente  –  "equilibre", lo chiama lui -, Jacques Brunel rivoluziona l'Italrugby in vista della missione impossibile di Cardiff. Sabato pomeriggio al Millenium Stadium ci aspetta il favoloso Galles, oggi la squadra più forte del mondo. I Diavoli Rossi hanno già vinto la Triple Crown, mettendo in ginocchio Irlanda, Scozia e Inghilterra: vogliono liquidare alla svelta la pratica azzurra per concentrarsi sull'ultimo, decisivo match – ancora in casa – contro la Francia. E allora Jacques prova a mettere loro dei dubbi, schierando una formazione meno giovane, poco avventuriera e molto operaia. Un'Italia mallettiana, tutta difesa e sacrificio dopo la figuraccia irlandese. Una squadra onesta e laboriosa che sulla carta vorrebbe prenderne il meno possibile, ma poi chissà: perché su di un campo da rugby non si sa mai.

Il ritorno di Mirco – Ritorna Mirco Bergamasco, il fratello più giovane e coi riccioloni biondi, quello che gioca all'ala e un po' goffamente calcia le punizioni: la delicata operazione ad una spalla è superata, l'altro fine-settimana ha giocato – e piazzato – con successo nel Top 14, insomma tocca a lui. Giovambattista Venditti, il gigante marsicano, dopo due belle prove si fa da parte e a destra arriva McLean, che lascia la corsia opposta a Bergamirco.

Favaro, il grillotalpa – Bene impressionato dall'ultimo incontro di lega celtica con gli Aironi, Brunel ha scelto Favaro

sacrificando il sempre positivo Barbieri. Decisione coraggiosa, perché Favaro è strepitoso nel recuperare i palloni dalle ruck – il 'grillotalpa', appunto – ma non ha un gran timing sui raggruppamenti in attacco. Però questa è una partita che va impostata soprattutto in difesa.

Viva la Mozzarella –
 Riecco Fabio Semenzato a numero 9, complici le cattive condizioni di Gori. Qualcuno avrebbe visto meglio Botes, ma Brunel continua a considerare il sudafricano di Treviso come un'apertura. 'Mozzarella' Semenzato è però un difensore caparbio, e a numero 10 trova il compagno di club Kris Burton, meno solido in difesa però preciso col piede.

Le giraffe del bush –
 Seconda linea tutta sudafricana con Geldenhuys e Van Zyl, sperando di vederli anche sui raggruppamenti. Parisse gioca nonostante un brutto guaio ad un pollice, al suo fianco Zanni. Torna in prima linea il Barone, Andrea Lo Cicero.

Il triangolo sì –
 Per affrontare la cavalleria gallese, Brunel si affida alla ruvidezza di Masi che resta estremo, affiancato da Mc Lean e Bergamirco. Ai centri ci sono Sgarbi, nonostante le incertezze di Dublino, e un Canale che l'altra settimana ha fatto bene con il suo club, Clermont. Il giovane Tommaso Benvenuti se ne va in panchina, a meditare.

Italia
: Andrea Masi  –  Luke McLean, Gonzalo Canale, Alberto Sgarbi, Mirco Bergamasco  –  Kris Burton, Fabio Semenzato  –  Sergio Parisse, Simone Favaro, Alessandro Zanni  –  Cornelius Van Zyl, Quintin Geldenhuys  –  Lorenzo Cittadini, Ghiraldini, Andrea Lo Cicero. A disposizione: Tommaso D'Apice, Fabio Staibano, Marco Bortolami, Robert Barbieri, Tobias Botes, Tommaso Benvenuti, Giulio Toniolatti.
Galles: Leigh Halfpenny – Alex Cuthbert, Jonathan Davies, Jamie Roberts, George North – Rhys Priestland, Mike Phillips – Toby Faletau, Justin Tipuric, Dan Lydiate – Ian Evans, Alan-Wyn Jones – Adam Jones, Matthew Rees, Gethin Jenkins. A disposizione: Ken Owens, Paul James, Luke Charteris, Ryan Jones, Lloyd Williams, James Hook, Scott Williams. 

(07 marzo 2012)

   
http://www.repubblica.it/sport/rugby/2012/03/07/news/formazione_italia_per_galles-31109308/?ref=HRLS-7

Buffon, Mexes e gli altri.

In questi giorni sono tutti scandalizzati perche' Buffon, portiere della Juventus e capitano della nazionale, non ha segnalato all'arbitro di aver parato il pallone oltre la linea di porta rendendo così la rete nulla. Penso che abbia fatto bene a stare zitto, dopotutto lui e' un professionista, lavora per una società per azioni, parare e' il suo lavoro, ci mancherebbe altro che per fair play facesse perdere la sua squadra. Se la federazione internazionale volesse fare chiarezza su questi episodi dovrebbe mettere la moviola in campo come nel rugby.
Diversi sono i casi di:
Castaignos: sputa addosso un'avversario.
Ibrahimovic: che shiaffeggia un'avversario.
Mexes: pugno ad un'avversario.
In questi casi la squalifica e la prova video sono corretti ed e' giusto che vengano puniti, anche se in modo così blando (tre settimane!), avrebbero dovuto essere squalificati più di un mese.
E' decisamente anche fastidioso che le rispettive squadre difendano i propri giocatori, quando invece dovrebbero punirli economicamente e non farli giocare più per aver fato fare una pessima figura alla società e per essere di pessimo esempio a tutti.
I paragoni tra calcio e rugby annoiano, ma se fossero successe delle cose simili nel rugby, i giocatori non avrebbero davvero giocato più fino alla fine del campionato.

Targhe alterne a Vercelli 2012

Provvedimenti per la qualità dell'aria

 

La Giunta Comunale ha deliberato l’integrazione al pacchetto di provvedimenti per la prevenzione e la riduzione dei livelli di concentrazione degli inquinanti in atmosfera. Sono state definite le domeniche ecologiche ei criteri per l’applicazione della misura delle targhe alterne.

Il 20 ottobre 2011, la Giunta Comunale ha deliberato l’integrazione al pacchetto di provvedimenti per la prevenzione e la riduzione dei livelli di concentrazione degli inquinanti in atmosfera.
 

Sono state quindi definite le domeniche ecologiche, che corrisponderanno alla prima di ogni mese da novembre ad aprile. Sono stati definiti anche i criteri per l’applicazione della misura delle targhe alterne.
In questi giorni si è parlato anche del problema dell’abbruciamento delle stoppie del riso, problema tipicamente Vercellese, che potrebbe incidere sugli sforamenti del Pm10. Nel territorio del Comune di Vercelli tale pratica è vietata da apposito regolamento. Anche la Provincia oggi si sta interessando al problema.
È bene però sottolineare che questa pratica è tipica del mese di ottobre, mentre gli sforamenti del Pm10 avvengono fino ad aprile inoltrato, con cause da imputarsi esclusivamente al traffico veicolare ed ai riscaldamenti.
 
Questo è il motivo per cui le misure prese dal Comune di Vercelli incidono anche su queste sorgenti dell’inquinamento.

 

 
PREMESSE:
  1. LA GIUNTA HA DELIBERATO UN INSIEME DI MISURE ANTISMOG
 
  1. LA COMUNITA’ EUROPEA CI IMPONE DI NON SUPERARE I 35 GIORNI DI SUPERAMENTO
 
  1. AD OGGI (metà ottobre) I SUPERAMENTI SONO STATI GIA’ 52 e mancano ancora 2 mesi e mezzo per arrivare alla fine dell’anno
 
  1. LE AMMINISTRAZIONI SONO OBBLIGATE AD INTERVENIRE IN QUESTI CASI, METTENDO IN PRATICA AZIONI CHE INTERVENGANO SULLE SORGENTI DELL’INQUINAMENTO, CHE SONO
  • TRAFFICO VEICOLARE
  • RISCALDAMENTI
 
 
  1. TARGHE ALTERNE:
 
  • QUANDO: in caso di dieci superamenti continuativi di inquinanti atmosferici così come previsto dal Piano di Azione di Qualità dell’Aria predisposto dalla Provincia di Vercelli
  • GIORNI: mercoledì (possono circolare le targhe pari) di giovedì (possono circolare le targhe dispari); la settimana successiva al report di Arpa
  • ORARIO9,00-17,00
  • DOVEintero territorio comunale, ad esclusione dei tratti relativi alle tangenziali in quanto strade, queste ultime, non soggette alla regolamentazione comunale;
  • CHI: vale per tutti i veicoli a motore provvisti di targa, compresi i ciclomotori;
  • COSA: si fa’ riferimento all’ultimo numero della parte numerica della targa veicolare; il numero zero equivale a targa pari;
 
IMPORTANTE:

La misura delle targhe alterne scatterà la settimana successiva al bollettino dell’Arpa che ci indicherà che sono state superati i 10 giorni consecutivi. Questo accade il mercoledì, di conseguenza, se si riscontrano i 10 giorni di superamenti consecutivi, il mercoledì della settimana successiva scatterà il blocco dei veicoli dispari e giovedì il blocco dei veicoli pari. SOLO IN QUESTA SETTIMANA PERO’. 

Il provvedimento serve per diminuire il traffico veicolare ed abbassare la concentrazione di polveri sottili che si è venuta a creare.

 

Qualora non fosse sufficiente l’Amministrazione Comunale valuterà ulteriori provvedimenti.
LA CITTADINANZA SARA’ INFORMATA A MEZZO STAMPA.
Sono tutti invitati a visitare il sito del Comune di Vercelli per restare aggiornati sui provvedimenti.
 
  1. DOMENICHE ECOLOGICHE
 
  • 6 DOMENICHE
  • 6 novembre
  • 4 dicembre 2011
  • 8 gennaio
  • 5 febbraio rinviata a domenica 26 febbraio
  • 4 marzo rinviata a domenica 25 marzo
  • 1° aprile 2012 rinviata a data da destinarsi
  • zona e orario di inibizione alla circolazione veicolare in occasione delle “domeniche ecologiche” quella interna alla cerchia dei viali – con esclusione di questi ultimi – durante la fascia oraria 10.00 – 18.00; fermo restando la piena accessibilità ai parcheggi dell’ex Ospedale di via Viotti e Caserma Garrone di via Gioberti;
  •  

    Le date delle “domeniche ecologiche” e la misura delle “targhe alterne” sono suscettibili di variazioni in funzione delle condizioni meteorologiche

 
  1. INNAFFIAMENTO STRADE
  • Provvederà Atena
 
  1. LIMITE 30 km/H
 
  • è istituito il limite massimo di velocità di 30 km/h all'interno della cerchia dei viali (viali esclusi): corso Garibaldi, via XX Settembre, c.so De Gregori, p.zza Solferino, c.so Palestro, c.so Italia, p.zza Sant’Eusebio, c.so De Gasperi e zona interna;
  • QUESTO PROVVEDIMENTO RIMANE IN VIGORE TUTTO IL PERIODO, FINO AL 15 APRILE. Vedremo poi se estenderlo a tutto l’anno
 
  1. RISCALDAMENTO MAX 20°
 
  • nel periodo di accensione del riscaldamento nei fabbricati, la temperatura non debba superare i 20 gradi centigradi
  • Con previsione di controlli a campione
  • QUESTO PROVVEDIMENTO RIMANE IN VIGORE TUTTO IL PERIODO, FINO AL 15 APRILE
 
  1. LIMITE VEICOLI PIU’ INQUINANTI
 

All’interno del centro abitato del Comune di Vercelli

  • Veicoli DIESEL con omologazione precedente all’EURO 3Veicoli a BENZINA con omologazione precedente all‘EUROCiclomotori con omologazione precedente all’EURO Motocicli a due tempi con omologazione precedente all’EURO 2

traffico privato 
da lunedì a venerdì
9,30-12,00 e 14,00-16,30

traffico commerciale 
da lunedì a venerdì
14,00-17,00

PRINCIPALI DEROGHE:
 
  • Veicoli impiegati dalle Forze di Polizia statali e locali – con e senza colori di istituto-, dalle Forze Armate, daiVigili del Fuocoautoambulanze e ogni altro veicolo impiegato per attività di soccorso pubblico compresi i veicoli adibiti al Servizio di Protezione Civile;
  • Veicoli destinati al trasporto pubblico di linea e di noleggio con conducente e taxi;
  • Scuolabus;
  • Veicoli utilizzati al servizio delle persone invalide, muniti dell’autorizzazione del contrassegno di cui all’art. 384, comma 2 del D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 e art. 12 del D.P.R. 24 luglio 1996, n. 503 con a bordo il titolare della autorizzazione, fatti salvi casi di comprovata urgenza e necessità;
  • Veicoli utilizzati per servizi di pubblica utilità e riparazioni urgenti e indifferibili (interventi urgenti su impianti e reti tecnologiche di servizi pubblici e privati);
  • Veicoli utilizzati dagli esercenti la professione sanitaria per attività urgenti;
  • Veicoli utilizzati per l’urgente consegna di farmaci e per servizi assistenziali domiciliari con certificazione del datore di lavoro;
  • Veicoli utilizzati dagli Istituti di Vigilanza Privata e per trasporto valori;
  • Veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a interventi o a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di gravi malattie (dialisi, chemioterapia, ecc.) in grado di esibire relativa certificazione;
  • Veicoli utilizzati per i trasporti funebri;
  • Veicoli utilizzati dai Sacerdoti e Ministri del Culto per le funzioni del proprio Ministero;
  • Veicoli utilizzati dai media per attività connesse alla informazione;
  • Veicoli delle autoscuole utilizzati per le esercitazioni alla guida;
  • Veicoli immatricolati per il trasporto merci utilizzati da corriere per consegne urgenti;
  • Veicoli di Poste Italiane, provvisti dei colori di istituto;
  • Veicoli elettrici, ibridi, GPL, metano, Euro 5 e superiori;
  • Visite mediche e/o accertamenti diagnistici: in caso di visite mediche o accertamenti diagnostici da effettuarsi in giorni e orari coincidenti con il regime delle targhe alterne, l'interessato può circolare anche se il proprio veicolo è di targa diversa da quella ammessa alla circolazione quel giorno. La circolazione è consentita al solo fine di accedere e recedere alla e dalla struttura sanitaria e l'esigenza deve risultare da idonea documentazione.
  • Lavoratori turnisti: i lavoratori turnisti, con turno avente inizio e/o fine durante l'orario delle restrizioni (targhe alterne e domeniche ecologiche) possono circolare in deroga ai divieti a condizione che siano provvisti della certificazione dei datori di lavoro comprovante il turno. tale certificazione va esibita agli organi di vigilanza all'atto del controllo.


per le restanti deroghe consultare il testo integrale dell'ordinanza n. 383 del 21/10/2011 o rivolgersi all'Ufficio Accoglienza del Corpo Polizia Locale nei seguenti giorni e orari: da lunedì al giovedì 08:30/12:30 – 14/16 venerdì e sabato: 08:30/12:30 festivi esclusi, telefono: 0161-296703 email:urp.vigili@comune.vercelli.it">urp.vigili@comune.vercelli.it 

esigenze particolari: durante il blocco del traffico festivo (Domeniche Ecologiche), eventuali esigenze particolari di circolazione, non rientranti nell'elencazione prevista dall'ordinanza, debbono essere rappresentate al Corpo Polizia Locale, compilando apposito modello almeno quarantotto ore prima del blocco, specificando le motivazioni che debbono avere carattere eccezionale. La semplice presentazione della richiesta non vale quale autorizzazione alla circolazione.

sanzioni: 
la circolazione abusiva (circolazione con veicolo con targa diversa da quella consentita, circolazione durante il blocco del traffico da parte di veicoli non autorizzati,) è punita con la sanzione amministrativa da €uro 80,00 a Euro 318,00. 

La circolazione con veicoli appartenenti, relativamente alle emissioni inquinanti, a categorie inferiori a quelle prescritte (pre Euro 2 benzina, pre Euro 3 diesel) è punita con la sanzione amministrativa da Euro 155,00 a Euro 624,00 e con la sospensione della patente di guida da quindici a trenta giorni in caso di ripetizione della violazione nel biennio.

Causa di esclusione della responsabilità: qualora la circolazione sia avvenuta per esigenze rientranti tra le cause di esclusione della responsabilità, previste dall'art. 4 della Legge n. 689/1981, l'interessato potrà sempre e comunque richiedere all'Autorità competente (Prefetto – Giudice di Pace) l'archiviazione del verbale nei termini e nelle forme di legge.

I tecnici ipocriti.

Paola Severino, il ministro della Giustizia del governo Monti, ha reso noto che nel 2011 ha raggiunto un reddito di sette milioni di euro. Corrado Passera, a capo del dicastero dello Sviluppo Economico, è arrivato a 3 milioni e 530 mila euro. Molto meno ha dichiarato nel 2011 il ministro Annamaria Cancellieri, per lei un reddito di 183 mila euro. Il ministro della Difesa Giampaolo di Paola arriva a 200 mila euro così come il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo. Oggi sono state rese pubbliche quasi tutte le dichiarazioni dei redditi dei ministri del governo Monti. Sui siti internet dei singoli ministeri, ci sono le schede trasparenza con i redditi e gli immobili di ciascun responsabile del relativo dicastero (vedi la scheda trasparenza di Paola Severino,Corrado Passera, Mario Monti e Elsa Fornero). 

Trasparenza, ricchezze, sacrifici e crisi. Per strada, a Roma, ne discutono tutti. Su via Condotti c'è una coppia di amici che appare quasi fuori luogo nella strada delle boutique. Due figure incongrue tra le vetrine delle grandi firme e i ragazzetti al "rimorchio". Stanno a un angolo. Sembrano avere scelto quel punto forse perché lì arriva un po' di sole che riscalda. Forse aspettano qualcuno. “Hai visto quanto prende Passera? Tre milioni e mezzo di euro!!!. E tutti i sacrifici che ci chiedono? Un ministro così, secondo te, può pensare pure a noi poveracci?! Ma figurati. Uno così, non ci penserà mai a noi che ci disperiamo per un lavoretto”. L'uomo, forse ha passato da poco la cinquantina, ha appena finito di dire la sua con concitazione che si passa la mano sulla testa ormai calva per asciugarsi un poco di sudore. Forse ha appena perduto l'impiego e sta cercando di capire cosa fare. E' sicuro che l'amico è d'accordo con lui. Aspetta che l'altro gli dia man forte. Viene voglia di arrabbiarsi insieme quando si scopre che gli altri, quelli che hanno tanti soldi, di sacrifici sembrano non farne mai.
   
Fonte:
http://magazineroma.it/2012/02/i-redditi-e-gli-stipendi-dei-ministri-del-governo-monti-e-lo-spread-della-busta-paga 

A: Una cosa da aggiungere, "Estiquaatsi".

Aggiornata la collezione di aforismi sul rugby

Aggiunti due nuovi aforismi:

“Ho messo la testa dove gli altri non osavano mettere nemmeno i piedi.”
Jean-Pierre Rives, rugbista, attore e scultore francese

“La vita e’ come una palla da rugby, non puoi mai sapere come sara’ il suo prossimo rimbalzo.”
Flavio Pagano, dal libro “Quelli che il rugby”

Per vedere tutti gli aforismi vai su http://www.andreapancotti.com/aforismirugby/

[amazon_link asins=’8809791401,8868361167,8844033038,886357152X,8868523825,8862501102,B00M0D1IWE,B00K2UBE0I,B00PSKYX1E,B01081I0W0,B016YEZCG2,B009RPFHQQ,B0155ZAMB6,B00SU9XS34′ template=’CopyOf-ProductGrid’ store=’andreapancott-21′ marketplace=’IT’ link_id=’6a0b2942-d7fe-11e6-b318-093777c12f0b’]

Sei Nazioni 2012: Cittadini “Vogliamo vendicare Dunedin”

A quattro giorni dal match che vedrà gli azzurri sfidare l'Irlanda a Dublino, Lorenzo Cittadini e Gonzalo Canale ricordano le due brucianti sconfitte del 2011. 

Ancora tre allenamenti sui campi di Roma per l'Italrugby di Jacques Brunel in attesa di conoscere, domani alle ore 12, il XV azzurro che scenderà in campo sabato all'Aviva Stadiumcontro l'Irlanda nella terza giornata dell'RBS 6 Nazioni. Partita particolare per Lorenzo Cittadini che proprio contro l'Irlanda esordì a livello internazionale nel 6 Nazioni 2008 prima del grave infortunio alla tibia che ne mise a rischio la carriera.

A ventinove anni compiuti, il numero tre bresciano della Benetton Treviso sarà con ogni probabilità chiamato da Brunel a sostituire dal primo minuto sul lato destro della prima mischia l'infortunato Castrogiovanni: "Dopo la sconfitta di Dunedin che ci è costata l'eliminazione dai Mondiali abbiamo voglia di prenderci la rivincita, di rispondere sul campo agli irlandesi. In ogni partita si trovano motivazioni particolari, in questa forse se ne trova anche qualcuna in più. A noi avanti Brunel ha chiesto di essere solidi, una piattaforma d'attacco stabile: io di sicuro ho voglia di giocarmi le mie carte, sta solo a me dimostrare di meritare la fiducia degli allenatori".

"Credo che il Pro 12 – ha detto Cittadini – ci abbia fatto maturare molto come giocatori. Io mi sento pronto per questo livello, è vero che sono arrivato tardi ad essere stabilmente in azzurro ma l'infortunio del 2008 è stato molto grave ed ho impiegato tanto tempo e tanti sforzi per tornare ad essere quello di prima. Anzi, oggi credo di essere anche migliore".

"L'atmosfera in squadra è quella giusta, abbiamo smaltito la delusione per la sconfitta contro l'Inghilterra ed abbiamo ritrovato un grande spirito. A Dublino non sarà facile, ma partiamo con fiducia e per dire la nostra. Con Castrogiovanni ci siamo parlati nei giorni scorsi, purtroppo con un infortunio come il suo è impossibile scendere in campo ma il suo sostegno e la sua fiducia nei miei confronti mi hanno fatto piacere, saranno uno sprone ulteriore sabato".

Presente all'incontro stampa di oggi a Roma anche Gonzalo Canale, recuperato senza difficoltà da una lieve contrattura muscolare alla coscia riportata contro l'Inghilterra: "Sto bene, non era nulla di grave, sono concentratissimo come tutti sull'Irlanda. Un anno fa a Roma siamo stati molto vicini a batterli, anche in quell'occasione come due settimane fa all'Olimpico non abbiamo saputo gestire al meglio una partita che era alla nostra portata concedendo il drop decisivo da calcio di rinvio".

"Credo – ha detto il centro del Clermont Auvergne – che questa Italia sia da qualche anno nella posizione di competere con ogni avversario, dobbiamo solo limare quei piccoli errori che fanno la differenza. Per Dublino non faccio pronostici, ma con la mentalità giusta e lasciando da parte quanto sbagliato nelle prime giornate abbiamo la chance di fare risultato".

Fonte: 

http://rugby1823.blogosfere.it/2012/02/sei-nazioni-2012-cittadini-vogliamo-vendicare-dunedin.html

___________________________________________
IsanaRugby.com – Tel. 392.28.66.949 – ChivassoRugby.com
Mad4Rugby.it : Usa il codice sconto 2012M4R1421 avrai subito uno sconto del 5%!

Belen e Sara: la guerra delle farfalle

Il battito d'ali di una farfalla ha avuto l’effetto di un uragano e l’onda d’urto ha travalicato il perimetro del teatro Ariston: da Sanremo ha squassato l’Italia che ora s’interroga se quel tatuaggio inguinale di Belen fosse un vezzo innocente o uno schiaffo all’immagine della donna… 


di Annalisa Siani

IL BATTITO D’ALI di una farfalla ha avuto l’effetto di un uragano e l’onda d’urto ha travalicato il perimetro del teatro Ariston: da Sanremo ha squassato l’Italia che ora s’interroga se quel tatuaggio inguinale di Belen fosse un vezzo innocente o uno schiaffo all’immagine della donna. Ed ecco che se ne esce fuori Sara Tommasi (Sara chi?): poiché la farfallina ha unito l’Italia con la domanda: ce l’ha o non ce l’ha le mutande Belen, la Tommasi s’affretta a rivendicare la primogenitura dello smutandamento in tv. Proprio senza, con addosso nemmeno il nude-slip o più precisamente l’ormai famosissimo “C-ring” (così si chiamano le mutande invisibili a clip autoportante. «Ho fatto furore da Chiambretti a Markette», ma non vale, Sara, perché quello era un fuori-onda hot, mentre Belen l’ha fatto davanti a 14 milioni di telecasalinghi.

QUEL FRULLARE D’ALI unito all’allegra sfrontatezza della Rodriguez fa rivivere a qualcuno il gioioso e grasso senso di Tinto Brass per il sesso, ad altri invece suscita scandalosa rabbia. Nina Zilli, bel corpo e bella voce esibita all’Ariston s’è difatti infuriata: «Quando si parla della mercificazione del corpo della donna, credo che lei (Belen, ndr) abbia rappresentato in quel momento la donna come un oggetto. Ed è agghiacciante che l’abbia fatto consapevolmente. Certe cose è giusto che ti facciano arrabbiare». Questione oltretutto di buon gusto – ma questo per lo più non appartiene alla televisione. Si schiera con toni pacati anche troppo politically correct Michelle Hunziker: «Belen è una ragazza che ha tantissimo talento, è bella, è simpatica e una cosa del genere non fa un buon servizio a lei stessa». Non ha torto Geppi Cucciari, donna diversa dalle pin-up, che a Sanremo ha spostato l’attenzione sulle donne piuttosto che sulle smutandate con il segno della sua ironia. «Belen è managerialmente produttiva. Ognuno gestisce quello che ha. Il problema è che nel momento in cui tutti ne parlano quell’episodio ha generato quello che loro volevano». E infatti Geppi ha parlato anche di Rossella Urru, la volontaria rapita in Algeria. E c’è, infine, perfino qualcuno che della farfallina di Belen nemmeno se n’è accorto, come quelli che da Bologna partono oggi per i campi profughi del Saharawi per invocare proprio la liberazione di Rossella. Un “girotondo” nel deserto per seccare le ali alla farfalla tatuata.

A: Credo che tutto questo parlare di Belen sia un perdere tempo, pure io lo sto facendo. Ma non credo sia colpa sua, lei approfitta della situazione, gli stupidi siamo noi che ci facciamo abbindolare da questa … non so come definirla, non e' capace a ballare, a cantare, a parlare, a condurre… e' solo una bellona che fa vedere la mercanzia, come si definiscono queste persone? Mignottazze? Puttanoni? 
E comunque non doveva essere a Sanremo (ci sono migliaia di donne dello spettacolo più capaci), come non doveva esserci Invanka la Potranka o Elisabetta Canalis (che la sta dando a tutta Hollywood). L'unica che era ha meritato di esserci e' stata Geppi.

Test Match: All Blacks, Milano non molla la presa!

Continua a tenere banco la questione del test match di novembre tra Italia e la Nuova Zelanda campione del mondo. E nonostante le voci Milano non vuole rinunciare alla sfida dell'anno. 

C'è qualcosa di strano intorno alla questione All Blacks, la cui presenza in Italia il prossimo novembre sta diventando un giallo. La questione calda è la sede del test matchche rischia di riproporre due dualismi tipici dell'Italia: quello calcio-rugby, ma anche quelloMilano-Roma.

La questione Champions. Fino a poche settimane fa la sede prescelta e preferita sembrava essere Milano, già protagonista degli 80mila di tre anni fa. Poi una brusca frenata. La causa? La concomitanza tra il match dell'Italrugby e la Champions League, in programma la settimana successiva al match. Una questione reale, come sottolinea anche l'assessore allo sport Chiara Bisconti, ma che può – e deve – venir affrontata in tempo. L'attuale situazione delle due formazioni meneghine, infatti, rende assai difficile per l'Inter qualificarsi per la Champions League e, di conseguenza, si potrebbe programmare per il Milan una trasferta in quella settimana, eliminando ogni problema. Ma anche se Milan o Inter dovessero giocare, basterebbe programmarla di mercoledì sera, per avere il tempo necessario ad avere San Siro a posto per entrambi gli appuntamenti. Quindi, se vi è una reale volontà, l'ipotesi Milano è ancora in piedi.

Voci e falsità. Proprio per questo certe voci emerse negli ultimi giorni suonano preoccupanti. Chi ha messo in giro, ad arte, il rumor di un disinteresse da parte del Comune di Milano per l'evento? L'assessore Bisconti mi ha confermato, e ribadito con forza, come "la partita con gli All Blacks è uno degli eventi su cui il Comune di Milano più punta e crede per quest'anno. Il rugby è lo sport che genitori e ragazzi ci chiedono di far crescere in città, ci stiamo già impegnando per questo e un evento come Italia-Nuova Zelanda sarebbe fondamentale. Stiamo facendo, e faremo, il possibile per averlo a Milano". Quindi chi non vuole gli All Blacks a Milano? E, soprattutto, perché da Roma i bene informati assicurano che in Federazione già da tempo si è certi che la partita si giocherà a Roma, ben prima della questione Champions? E dopo aver perso le Olimpiadi, probabilmente, dalla Capitale ci sono pressioni politiche affinché la Federazione cambi destinazione e sposti il match a Roma.

Muoversi tutti assieme. Insomma, il Comune di Milano sta facendo la sua parte. Il Consorzio che unisce Inter e Milan ha dato la sua disponibilità a lavorare affinché calcio e rugby possano convivere pacificamente. Adesso è il turno di tutti i protagonisti del mondo rugbistico di dare risposte chiare: la partita degli All Blacks è ancora in ballottaggio tra Milano e Roma – con San Siro prima scelta -, o qualcuno ha già deciso che si deve giocare nella Capitale – e calcio e Comune di Milano erano solo facili capri espiatori da utilizzare nel momento dell'ufficializzazione della sede? 

Guardando al futuro. Dubbi e giochini che devono preoccupare oggi, per quel che riguarda gli All Blacks, ma anche domani. Il presidente Giancarlo Dondi ha già annunciato un test match per il 2013 a Napoli – finalmente una grande piazza del Sud – e lo stesso sindaco Luigi De Magistris ha anticipato l'evento. Ecco, si faccia fin da subito chiarezza, affinché non ci siano sorprese tra un anno. Perché il Sud e Napoli meritano non solo un test match, ma un grande test match nel 2013 al San Paolo.

   

http://rugby1823.blogosfere.it/2012/02/test-match-all-blacks-milano-non-molla-la-presa.html 

___________________________________________

Mad4Rugby.it : Usa il codice sconto 2012M4R1421 avrai subito uno sconto del 5%!

RaboDirect PRO12: modifiche al calendario degli Aironi

RABODIRECT PRO12: AIRONI-CONNACHT
DEL 7 GENNAIO POSTICIPATA ALLE 16,35
CONTRO NEWPORT SI GIOCA DOMENICA 26 FEBBRAIO

Il Board del RaboDirect PRO12 ha annunciato quest’oggi alcune modifiche al calendario già annunciato fino alla diciannovesima giornata.

Sono due le novità che riguardano gli Aironi. La prima è relativa ad Aironi-Connacht del 7 gennaio. La prima partita del nuovo anno è infatti stata posticipata di 20 minuti rispetto a quanto già annunciato. Per esigenze del palinsesto di RaiSport, infatti, il calcio d’inizio sarà alle 16,35 e non più alle 16,15.

La seconda novità riguarda invece la partita interna contro i Newport-Gwent Dragons, che si giocherà allo Zaffanella domenica 26 marzo alle ore 15, il giorno successivo a Irlanda-Italia terza giornata del Sei Nazioni.

Resta invece ancora da fissare la data di Ospreys-Aironi. In questo caso bisogna aspettare i risultati e il sorteggio della FA Cup di calcio a gennaio per conoscere l’eventuale disponibilità del Liberty Stadium, casa anche dello Swansea. Le date delle due partite di Aprile (in casa con gli Scarlets e a Galway con il Connacht) verranno comunicate successivamente, mentre l’ultima giornata di stagione regolare vedrà tutte le partite in contemporanea sabato 5 Maggio, con gli Aironi che anche quest’anno ospiteranno gli Ospreys allo Zaffanella alle ore 19,30.

Questo dunque il calendario degli Aironi fino a fine stagione

DATA

PARTITA

ORA ITALIANA

TV

23/12

Aironi-Treviso

19

RaiSport 2

31/12

Treviso-Aironi

15

RaiSport 2

7/01

Aironi-Connacht

16,35

RaiSport 2

12/02

Aironi-Munster

15

RaiSport 2

TBD (17-19/02)

Ospreys-Aironi

 

 

26/02

Aironi-Newport

15

RaiSport 2

2/03

Aironi-Leinster

19

RaiSport 2

23/03

Glasgow-Aironi

20,35

RaiSport 2

30/03

Ulster-Aironi

20,05

RaiSport 2

TBD (13-15/04)

Aironi-Scarlets

 

RaiSport 2

TBD (20-22/04)

Connacht-Aironi

 

 

5/05

Aironi-Ospreys

19,30

RaiSport 2

 

 

Matteo Pia
Capo Ufficio Stampa

AIRONI RUGBY Srl Ssd
Via Pangona, 76 – 46019 Cogozzo – Viadana (MN) Italy

http://www.aironirugby.eu
www.facebook.com/aironirugby
http://twitter.com/Aironi_Rugby

 

Ogni tanto qualcuno se lo dimentica…

Il PDL accusa Pisabia di essere di estrema sinistra, di essere un comunista… mentre loro vanno a braccetto con la Lega, xenofoba ed egoista, e con Storace e la Mussolini, estremisti di destra e fascisti. Chi e’ più pericoloso?

Chi e’ che ha distrutto la destra italiana se non Silvio Berlusconi per asservirla al suo volere?

in riferimento a:

“Italo Bocchino sferra un durissimo attacco a Silvio Berlusconi, l’uomo che “ha inquinato il centrodestra italiano”, che “disdegna la legalità alleandosi con una forza antinazionale come la Lega” e che appoggia a Napoli “l’uomo di Cosentino inseguito dalla procura per fatti di camorra”.”
Parte l’offensiva in tv del Cavaliere Calderoli: “Sorpresa da lui e Bossi” – Diretta aggiornata alle 16:46 del 20 maggio 2011 – Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)

In Meta Per Matilde!!!

Matilde Milano e’ una tenera bimba di 7 mesi affetta da encefalopatia epilettogena, ritardo neuromotorio, sospetta malattia metabolica ed epilessia non trattabile. Un ciclo di cure costa 5 mila e 600 euro, e deve essere ripetuto più volte l’anno.
Noi di Isana Rugby Club ASD e Chivasso Rugby ONLUS vogliamo aiutarla, ci aiuti a raggiungere la nostra meta?
Le donazioni via bonifico vanno direttamente al conto aperto per Matilde dai genitori, le donazioni via Paypal e Carta di Credito passano attraverso il conto Paypal di Andrea Pancotti.
Elena Abbate: la mamma di Matilde, telefono 3463897222.
Andrea Milano: il papà, telefono 3282849838.
Andrea Pancotti: presidente Isana Rugby, telefono 3922866949.

Corso Arbitri 28/05/2011 e 04/06/2011

La Sezione Arbitri Piemontesi organizza un corso arbitri a Verolengo (to), presso Ass. Il Confronto in via Parrocchiale 6 Sabato 28 maggio 2011 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 e Sabato 4 giugno 2011 dalle ore 9,00 alle ore 18.00

Al corso ,completamente gratuito, possono partecipare sia uomini che donne di età compresa tra i 16 e i 45 anni.

Per ogni informazione potete contattare i signori Dal Lago Eros 335 211135 o Andreetto Maurizio 335 7529254.

in riferimento a: COMITATO REGIONALE PIEMONTE – Federazione Italiana Rugby – CORSO ARBITRI (visualizza su Google Sidewiki)

Brian O’Driscoll ci sarà con gli Aironi

Insieme al compagno di reparto Gordon D’Arcy aveva saltato il derby contro l’Ulster lo scorso weekend. Ma Brian O’Driscoll come il compagno sarà abile e arruolato per il match di questo fine settimana che porterà sabato il Leinster a Viadana per la sfida contro gli Aironi. Recuperati dagli infortuni, dunque, come anche Leo Cullen e Kevin McLaughlin, mentre Shane Jennings ha superato il test nordirlandese e sarà ancora dei giochi.

Appuntamento sabato allo Stadio Zaffanella con fischio d’inizio alle 14.30.

in riferimento a: Celtic League – Leinster: Brian O’Driscoll ci sarà con gli Aironi – Rugby 1823 (visualizza su Google Sidewiki)

Io e la Chiesa

Mi fa impressione essere, per due volte in un paio di giorni, d’accordo con due esponenti della Chiesa.
Da una parte il Cardinale Tettamanzi che critica chi non vuole farsi giudicare dalla Legge, d’altra il Don che gioca nel Moncalieri Rugby.
Rigurgito di Cristianesimo? Sto’ facendo il percorso di Ferretti Lindo Giovanni?

in riferimento a:

“”Perché molti agiscono con ingiustizia, ma non vogliono che la giustizia giudichi le loro azioni?”. Se lo chiede l’arcivescovo di Milano, Dionigi Tettamanzi, nel corso dell’omelia pronunciata in Duomo in occasione della Domenica delle Palme. Quelli che stiamo vivendo oggi, secondo l’arcivescovo sono “giorni strani. I più dotti potrebbero dirli giorni paradossali”.”
“Ingiusti non vogliono essere giudicati” Milano, monito del cardinale Tettamanzi – Milano – Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)

Boicotta Sony!

I prodotti Sony sono sempre di ottima qualità, ma assolutamente mal gestiti. La mia esperienza con il brand giapponese non e’ delle più piacevoli (vedi i mancati aggiornamenti per il telefono X10 Mini Pro), e mi unisco al boicottaggio fino a quando il colosso giapponese non rivedrà le sue politiche aziendali.

in riferimento a:

“Hotz, divulgato l’accordo, scrive che non acquisterà più alcun device Sony unendosi al boicottaggio dei prodotti e invitando altri a farlo.”
PI: Sony contro GeoHot, accordo per farla finita (visualizza su Google Sidewiki)

Eternit Giustizia… ?!

E pensare che il processo Eternit ep proprio nel nostro Piemonte, diventato roccaforte della Lega, che supporta Berlusconi.

in riferimento a:

“”Berlusconi continua ad andare avanti con le sue leggi ad personam – dice Gianfranco Mascia del Popolo Viola – e non si preoccupa delle migliaia di processi che verranno prescritti per salvarlo dai suoi processi”. E scorrere la lista dei procedimenti a rischio, si resta senza fiato: Terremoto dell’Aquila, infortuni mortali sul posto di lavoro, Strage di Viareggio, Crac Parmalat, Crac Cirio, il processo Eternit di Torino, i rifiuti a Napoli. Tutto per “salvare Silvio Berlusconi”.”
L’Aquila, treno Viareggio, morti sul lavoro i parenti delle vittime contro il processo breve – Repubblica.it (visualizza su Google Sidewiki)

Il Mito della Duplicazione del Machine SID

Nella mia esperienza lo sapevo già, ma in questo articolo Mark Russinovich, guru Microsoft, spiega perche’ la duplicazione del SID macchina non e’ un problema in un dominio, e perchè non si deve cambiare.
Alla faccia dei miei colleghi europei che insistono a farmi cambiare il SID senza motivo.

in riferimento a:

“The more I thought about it, the more I became convinced that machine SID duplication – having multiple computers with the same machine SID – doesn’t pose any problem, security or otherwise. I took my conclusion to the Windows security and deployment teams and no one could come up with a scenario where two systems with the same machine SID, whether in a Workgroup or a Domain, would cause an issue.”
The Machine SID Duplication Myth (and Why Sysprep Matters) – Mark’s Blog – Site Home – TechNet Blogs (visualizza su Google Sidewiki)

Torneo Nazionale Giovanile “Bianca&Roberto” 2011

L’Ivrea Rugby Club asd è lieta di invitare la Vs Società alla 11° edizione del Torneo Nazionale “Bianca & Roberto”, programmato per domenica 1 Maggio presso il Campo Sportivo “D. Santi” – Quartiere S.Giovanni di Ivrea.

Il Torneo è riservato alle categorie Propaganda U12, U10,U8 e U6

in riferimento a:

“Il Torneo è riservato alle categorie Propaganda U12, U10,U8 e U6”
Torneo Bianca&Roberto (visualizza su Google Sidewiki)

23 Marzo 2011 – SABATO UNA PARTITA SPECIALE PRIMA DI AIRONI-CONNACHT

Il rugby è sport che unisce: possono giocare quelli alti due metri insieme a quelli di 1.70, quelli di un certo peso e non velocissimi a fianco di quelli dal fisico asciutto e rapidi. Il rugby “sport delle possibilità creatrici” vuole essere in questo senso lo sport della valorizzazione delle differenze. Proprio per questo Laboratorio Sportivo asd, grazie alla disponibilità, sensibilità e collaborazione degli Aironi Rugby, ha voluto dar vita ad un pomeriggio particolare per due squadre particolari, quella del Centro Bresciano Down Rugby e quella degli Invictus Rugby Prato, squadre formate da persone che vivono la vita in dinamiche complesse.
L’appuntamento è per sabato 26 marzo alle ore 15 sul campo Zaffanella 2 di Viadana, adiacente quello principale che alle 17,30 ospiterà poi la sfida di Magners League tra gli Aironi e gli irlandesi del Connacht. Un momento sportivo e conviviale creato per far conoscere ulteriormente queste realtà, per veicolare ancora una volta il messaggio che lo sport, il rugby, unisce, perché quando arrivi a giocare su quel campo nessuno si focalizza su “chi sei” e che problema hai.
Un ringraziamento particolare va a Conad e Centrale del Latte di Brescia, che si sono prestati senza indugio a supportare il progetto contribuendo materialmente per il terzo tempo, al Cus Brescia, che è parte attiva nel percorso del CBD, al Comitato Regionale Lombardo Fir, a I Cavalieri Rugby Club che sono parte attiva del percorso degli Invictus, alla Regione Toscana ed al Csi toscano che ne sostengono il progetto il quale rientra in un progetto più ampio dal titolo “Agonismo Etico” sviluppato da CSI Toscana, Comitato Regionale Toscano Rugby e Laboratorio Sportivo.
Una volta terminato il divertimento sul campo, le due squadre saranno ospiti degli Aironi e assisteranno sulle tribune dello Zaffanella alla partita di Magners League tra Montepaschi e Connacht.
L’invito rivolto a tutti i tifosi è quello di arrivare in anticipo allo stadio per poter applaudire anche questi campioni.

in riferimento a: SABATO UNA PARTITA SPECIALE PRIMA DI AIRONI-CONNACHT (visualizza su Google Sidewiki)

Ciao Liz!

E’ morta oggi una delle più grandi attrici del cinema hollywoodiano. Elizabeth “Liz” Taylor si è spenta a 79 anni, dopo due premi Oscar come miglior attrice, dopo decine di grandi successi, sette mariti, otto matrimoni e una frase che non verrà ricordata nelle sue biografie ufficiali, ma che un amante della palla ovale non può non ricordare.

“Preferisco il rugby al calcio… Mi piace la violenza del rugby, sino a quando cominciano a strapparsi le orecchie”.
Addio gatta sul tetto che scotta.

in riferimento a:

“Lutto nel Cinema – Addio Liz Taylor, l’attrice che preferiva il rugby al calcio”
Lutto nel Cinema – Addio Liz Taylor, l’attrice che preferiva il rugby al calcio – Rugby 1823 (visualizza su Google Sidewiki)

Archigusto, cucina piemontese a Crescentino (VC)

Gusti molto interessanti ed a volte sorprendenti. Una piccola grande sorpresa nel centro di Crescentino, ristorante che abbraccia la cultura slow food e che ne utilizza i prodotti dei presidi. Eravamo in 3 persone per una cena di lavoro, per un pasto composto da (perdonate se non sono preciso!) tomini con marmellata di cipolle (ottime!), ravioli di formaggio di fossa con castagne (superbo!), filetto di fassone (incredibile!), dolce bis con gelato alla crema e biscotti della gremola di Saluggia e “patè“ di nocciole piemontesi (assurdamente buono!!!), barbera superiore “le orme“, acqua, caffe` e grappa per circa 42 euro a persona. Quantità delle porzioni ideale per assaporare i sapori e per non morire soffocati! Nota di merito al cameriere/padrone, le sue spiegazioni sulle origini degli ingradienti e` stata piacevole e di ottima compagnia! Da ritornarci con l`amico mangione David. Un voto alto da confermare quando cambieranno il menù.

in riferimento a:

“Commento di Anpan – Voto 8.5 – Data 2011-03-23”
# Commenti su Archigusto a Crescentino (VC), Cucina Piemontese (visualizza su Google Sidewiki)