Archivi tag: Fisco

L’evasione fiscale, Valentino Rossi e la dignità umana

Vi ricordate nel 2007:

PESARO – Il fisco ne chiedeva 112, Valentino Rossi ne verserà solo 35. Dopo quattro mesi di trattative, firmata stamane la pace tra il Fisco e Valentino. A rate trimestrali da un milione e mezzo l’una, il campione dovrà versare 19 milioni di euro per tacitare i conteziosi che riguardano il triennio 2001-2004, e 16 milioni per gli anni 2005-2006. “The doctor” si è pure impegnato a riportare in Italia la sua residenza fissata a Londra, e già da quest’anno presenterà la dichiarazione dei redditi a Pesaro. http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/sport/valentino-evasione/accordo-tasse/accordo-tasse.html

E ora via di calcolatrice!

Dunque, 35 milioni di euro e’ il 31% di 112 milioni di euro.

Lo stipendio medio italiano mensile e’ di circa 1600 euro (vedi qui), con uno stipendio annuale netto di circa 20 mila euro.

In breve, 112 milioni equivale allo stipendio annuale di 5600 italiani. Il Fisco italiano si e’ invece accontentato di ricevere indietro solo 35 milioni, cioe’ lo stipendio annuale di 1750 italiani, perdendo lo stipendio annuale netto di 3850 italiani.

Non vi fa incazzare oltre ogni modo?

Provate a seguire questo ragionamento, molto semplice e semplicistico, ma solo per dare un’idea generale della situazione.

Io lavoro in una azienda che produce parti meccaniche di circa 300 persone, che lotta tra amministrazione americana e stato italiano per mantenere e gestire la Cassa Integrazione.

Ipotizzando stabilimenti industriali / commerciali / agricoli / etc. di circa 300 persone, come quello dove lavoro io, contando una cassa integrazione a zero ore lavorative per un anno, senza riduzione di stipendio, 112 milioni equivalgono allo stipendio di circa 19 stabilimenti di 300 persone, lo stato si e’ accontentato di prendere soldi per 6 stabilimenti, lasciandone 13 senza stipendio.

Attenzione, se invece si parlasse di cassa integrazione contando un giorno a settimana gli stabilimenti passerebbero da 19 a quasi 100, sempre integrando tutto lo stipendio e senza riduzioni.

Io non biasimo Valentino Rossi, lui ci ha provato ed alla fine gli e’ andata pure bene, mi fa imbufalire il Fisco Italiano, il Governo e tutti i vari tirapiedi.

 

Gianna Nannini “In Italia” evade le tasse e patteggia, notizia + video + testo

Per la serie “Alla Faccia Della Coerenza”, leggete la notizia mentre vi gustate il video musicale del brano “In Italia”.




Nannini patteggia un anno e due mesi per l’evasione fiscale

Gianna Nannini era accusata di aver sottratto al fisco, tra il 2007 e il 2012, 3 milioni e 750 mila euro interponendo tra la società milanese Gng Musica srl, della quale risulta essere proprietaria e amministratore unico, e le case discografiche Sony e Universal (estranee alle accuse) una società di diritto irlandese (Bad&Worth Limited) e un’altra di diritto olandese (Z-Music Enterprise B.V), prive di una vera e propria struttura. Tutto ciò, secondo l’ipotesi degli inquirenti, in modo da non pagare al fisco italiano le royalties dei dischi e dei concerti in quanto delocalizzati in Stati in cui la tassazione risulta più favorevole.

Leggi il resto su http://www.lastampa.it/2015/06/30/italia/cronache/nannini-patteggia-un-anno-e-due-mesi-per-levasione-fiscale-EQQz542PCxjkeawOfFaMWP/pagina.html

Testo del brano “Fabri Fibra – In Italia ft. Gianna Nannini”

Ci sono cose che nessuno ti dirà
ci sono cose che nessuno ti darà
sei nato e morto qua
nato e morto qua
nato nel paese delle mezze verità

Dove fuggi – in Italia
Le pistole in macchine – in Italia
Macchiavelli e Foscolo – in Italia
i campioni del mondo sono – in Italia

Benvenuto – in Italia
fatti una vacanza al mare – in Italia
meglio non farsi operare – in Italia
e non andare all’ospedale – in Italia
La bella vita – in Italia
le grandi serata, i gala – in Italia
fai affari con la mala – in Italia
il vicino che ti spara – in Italia

Ci sono cose che nessuno ti dirà
ci sono cose che nessuno ti darà
sei nato e morto qua
sei nato e morto qua
nato nel paese delle mezze verità

Ci sono cose che nessuno ti dirà
ci sono cose che nessuno ti darà
sei nato e morto qua
sei nato e morto qua
nato nel paese delle mezze verità

Dove fuggi – in Italia
I veri mafiosi sono – in Italia
i più pericolosi sono – in Italia
le ragazze nella strada – in Italia
Mangi pasta fatta in casa – in Italia
poi ti entran i ladri in casa – in Italia
non trovi un lavoro fisso – in Italia
ma baci il crocifisso – in Italia
I monumenti – in Italia
le chiese con i dipinti – in Italia
gente con dei sentimenti – in Italia
la campagna ai rapimenti – in Italia

Ci sono cose che nessuno ti dirà
ci sono cose che nessuno ti darà
sei nato e morto qua
sei nato e morto qua
nato nel paese delle mezze verità

Ci sono cose che nessuno ti dirà
ci sono cose che nessuno ti darà
sei nato e morto qua
sei nato e morto qua
nato nel paese delle mezze verità

Dove fuggi – in Italia
le ragazze corteggiate – in Italia
le donne fotografate – in Italia
le modelle ricattate – in Italia
Impara l’arte – in Italia
gente che legge le carte – in Italia
assassini mai scoperti – in Italia
voti persi e voti certi – in Italia

Ci sono cose che nessuno ti dirà
ci sono cose che nessuno ti darà
sei nato e morto qua
sei nato e morto qua
nato nel paese delle mezze verità

Ci sono cose che nessuno ti dirà
ci sono cose che nessuno ti darà
sei nato e morto qua
sei nato e morto qua
nato nel paese delle mezze verità

Dove fuggi
Dove fuggi

Evasione, il Fisco multa Valentino, sanzioni per Tozzi e Little Tony

ROMA – Altri volti noti nel mirino del Fisco. Questa volta toccherebbe a Valentino, Umberto Tozzi e Little Tony. Il settimanale Diva e donna ha rivelato che l’Agenzia delle Finanze del Lazio contesta allo stilista la residenza a Londra come fittizia e gli ha notificato una multa di 33 milioni di euro. I controlli dell’agenzia delle Entrate per i due cantanti riguarderebbero la residenza all’estero, Montecarlo per Tozzi e San Marino per Little Tony.

Secondo Diva e donna, la multa notificata a Valentino comprende imposte, sanzioni e interessi e nella questione sarebbe coinvolto anche il socio del designer, Giancarlo Giammetti, per cui si parla di una cifra di 22 milioni. Finora dall’entourage dello stilista non sono arrivate né smentite né conferme.

I funzionari del fisco avrebbero invece contestato a Tozzi una presunta evasione che, con le sanzioni e gli interessi, arriva a una somma di 3,4 milioni di euro. Per Little Tony, nome d’arte di Antonio Ciacci, l’importo sarebbe minore, circa 250mila euro, più altri 100mila comminati ad una società a lui riconducibile.

Il cantante di “Cuore matto” ha immediatamente chiarito, però, di essere “cittadino della Repubblica di San Marino da sette generazioni, quello che il Fisco mi contesta è di risiedere più di 180 giorni l’anno in Italia”. Poi la precisazione: “Devo pagare una multa di 160 mila euro relativa agli ultimi cinque anni, per non aver aperto la partita Iva, pagato l’Irap e la tasse regionali”. Mentre per quanto riguarda l’altro accertamento, il cantante assicura che la società appartiene a suo fratello. (13 gennaio 2009)

repubblica.it