DTT, Bruxelles avvia la procedura di infrazione

L’Italia dovrà spiegare alla Commissione come rimediare ai vantaggi dati agli operatori dominanti della Tv con l’introduzione della tv digitale. Nel mirino l’occupazione delle frequenze. Soddisfatta Altroconsumo.

Roma – Una procedura di infrazione è stata avviata nelle scorse ore dalla Commissione Europea nei confronti dell’Italia per come è stato gestito l’avvio della televisione digitale terrestre nel nostro paese, frutto di regole che sembrano contravvenire alle direttive comunitarie.
La procedura, la cui formalizzazione era prevista ormai da diverso tempo, richiede che l’Italia entro due mesi spieghi nei dettagli come intende rimediare ai vantaggi che le normative hanno regalato al duopolio televisivo, quello dominante nell’analogico, che ha potuto trasferire de facto il suo peso nel nuovo mercato.
Una situazione, questa, già lungamente dibattuta e che era stata affrontata dal ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni nei giorni scorsi, in un intervento con cui ha ridisegnato lo sviluppo del DTT in Italia, con uno switch-off (passaggio dall’analogico al digitale) previsto per il 2012.
La lettera inviata dalla Commissione Europea al Governo italiano rappresenta il primo passo formale verso l’apertura di una procedura di infrazione. Il suo esito dipenderà, evidentemente, dalle misure che il Governo intende adottare per far fronte all’accusa principale, che è quella relativa alla costituzione di un mercato televisivo bloccato, in mano ai soliti noti e che fin qui non ha rappresentato una nuova opportunità per editori e produttori lontani dal duopolio Mediaset-RAI, che insieme governano la maggioranza delle frequenze nel digitale.
Ovvia la soddisfazione di Altroconsumo: è stato infatti un suo esposto a provocare l’intervento della Commissione. Secondo Altroconsumo la legge Gasparri ha attribuito illegittimamente a RAI e Mediaset diritti speciali che ne rafforzano la posizione dominante e impediscono l’accesso al mercato a nuovi operatori, limitando la concorrenza. “Il tentativo di cristallizzare il duopolio televisivo – spiega Paolo Martinello, presidente dell’associazione – rischia di arrecare limitazioni ai diritti e agli interessi dei consumatori”.
La ricetta dei consumatori è per molti versi in linea con i propositi di Gentiloni. Anzitutto la revisione della Gasparri in senso pluralistico, con un occhio ai tetti massimi della pubblicità, e soprattutto maggiore potere di intervento all’Autorità TLC per consentire azioni tempestive e trasparenti.
“Altroconsumo ricorda al presidente Calabrò – spiega l’Associazione – che da più di un anno sono pendenti dettagliate segnalazioni ed esposti per il continuo sforamento dei tetti giornalieri della pubblicità in tv, senza che l’Autorità abbia mosso ancora un dito. Quale migliore occasione offerta oggi dalla Commissione europea all’Agcom per prendere finalmente una posizione ferma contro l’utilizzo di decoder “proprietari” come quelli incentivati finora. Il decoder deve essere polifunzionale e permettere all’utente di accedere a tutte le piattaforme tecnologiche esistenti, quindi anche alla tv via internet e al satellite, oltre al digitale terrestre, se si vuole che la tv digitale diventi una realtà anche nel nostro Paese”.
Il DTT italiano cambia rotta?

Articolo preso da: Punto Informatico, noto sito bolscevico.

Zidane vs Materazzi (2)

Chi mi conosce, sa benissimo che non vado pazzo per il calcio, tutt’altro, ma il risultato dell’inchiesta sul caso Zidane-Materazzi e la conseguente decisione dalla FIFA, hanno un che di ridicolo.
Tre giornate di squalifica a Zinedine Zidane e due a Marco Materazzi, Zidane dovrà pagare circa 6.000 dollari e Materazzi circa 4.000.
Addirittura 2 giornate di squalifica per un’insulto sul campo di gioco, come se gli insulti non fossero proferiti in tutti i campi da calcio ed in modo molto colorito, solo 3 giornate per una testata in pieno petto, davvero un bell’esempio di fair play per il giocatore premiato come migliore durante la coppa del mondo.
Ma la cigliegina sulla torta sono le ammende pecuniarie ridicole per due calciatori professionisti, che vergogna.
Pago io quella di Materazzi, a patto che mi dica che cosa ha detto a Zidane.

Pandora.com

Pandora e’ una radio internet, che parte da una canzona suggerita dall’utente, l’analizza, e suggerisce altri possibili brani che siano similari, proponendo sempre un sacco di cose davvero interessanti.
Ci sono anche vari servizi che aggiornano la musica ascoltata in Pandora con il sito Last.Fm tra questi il mio preferito e’ http://pandorafm.real-ity.com/.

http://www.pandora.com/

Elenco delle ultime canzoni suonate sul computer, e firma in formato immagine (last.fm audioscrobbler)

Da parecchio oramai sono un’assiduo frequentatore di Last.fm, un sito che “raccoglie” i titoli dei brani musicali ascoltati sul computer e genera statistiche e classifiche in base ad essi, ed indica altri possibili gruppi che potrebbero interessare… sto’ cercando di parlare semplice ma non mi riesce, scusate!
Volevo pertanto aggiungere al mio sito queste informazioni, partendo dal feed rss che last.fm mette a disposizione per ogni utente, cosi’ ho fatto questi due piccoli programmini in php.

Il primo e’ 060718_lastfm_V1.0, in php, che permette di ricavare la lista dei brani ascoltati in formato testuale (come si vede nell’intestazione di questo sito “now playing”).

Il secondo e’ 060718_assig_gh_php_V1.0, sempre in php, che genera un’immagine in formato banner standard (468×60) partendo da un’immagine a scelta.

Questi programmi, se cosi’ si possono chiamare, devono girare su un webserver, possibilmente apache e su linux che processi php, e sono gratuiti, ricordatevi solo di comunicarmi se li usate, e magari regalarmi un link verso il mio sito!

Franz Ferdinad live @ Traffic


Lo scorso venerdi’ ho avuto il sommo piacere di assistere ad un concerto gratuito dei Franz Ferdinad, offerto dal comune di Torino nell’ambito della rassegna Traffic.
Un concerto davvero bellissimo, dove gli artisti sul palco hanno dimostrato di essere davvero bravi, e di divertirsi un sacco nel suonare, ed il pubblico ha dimostrato di apprezzare la loro musica e di divertirsi due sacchi!!
Un momento epico quando il chitarrista Nicholas McCarthy ha intonato “Bella Ciao” e subito dietro tutto il pubblico a cantare!
Complimenti ai Franz Ferdinand e complimenti al Comune di Torino che ha finanziato un concerto gratuito cosi’ gremito di persone di tutte le eta’ e culture!

Lo zio d’America

Mia mamma, Ingrid Weithase (mio padre si chiama Attilio Pancotti), mancata quando ero piccino, aveva un fratello che, trasferitosi in negli Stati Uniti d’America, aveva fatto fortuna.
Col passare del tempo i rapporti tra le nostre famiglie si sono deteriorati, quindi non avevo notizie recenti, ho quindi “gugolato” il suo nome ed ho trovato molte infomazioni.
Innanzitutto, e’ il chairman di una ditta che produce prodotti farmaceutici API (le sostanze attive dei farmaci), che si chiama Flavine. E poi che ha registrato un mare di siti a suo nome (il suo nome e’ Gerd Weithase): www.gerdweithase.com, www.gerdweithase.net, www.weithase.net, www.weithasegerd.com, www.weithase.org, www.mrweithase.com, … chissa’ se li ha registrati lui o qualcuno d’altro.

Zidane vs Materazzi


Ho un grande rispetto per Zidane, e per quello che rappresenta per gli immigrati francesi, molto di piu’ di quello che ho per Materazzi, senza dubbio.
Pero’ il gesto di Zidane e’ stato veramente brutto, bruttissimo, e non me lo sarei mai aspettato da un campione del suo calibro, durante la finale dei campionati del mondo di calcio, a prescindere da quello che Materazzi possa avere detto.
Un professionista come Zidane, non avrebbe dovuto cadere nel tranello piu’ vecchio del mondo (vecchio almeno quanto la professione della sorella di Zidane, a parere di Materazzi!), insultare l’avversario per fargli perdere la concentrazione, cosa che, tra l’altro, succede da sempre, ed in qualunque disciplina sportiva.
Male Zidane che si e’ fatto fregare, bene Materazzi che ha fatto giocare in 10 la Francia ed ha fatto uscire un giocatore come Zidane.

VRBE – Chat Gioco di Ruolo Community su Roma Antica

Come sito del giorno non poteva mancare VRBE (urbe), una “land” basata su Roma Antica, di cui sono il programmatore.
Ultimamente si sta’ riempendo, e questo ci rende orgogliosi. Ecco una piccola descrizione:

“Fondata nel 674 AUC lungo il corso del rodano, quest`oggi VRBE e’ una cittadina in fiorente crescita economica; essendo situata in una strategica posizione militare sembra essere al centro delle attenzioni di Roma, intenzionata a coinvolgerla per iniziare una nuova campagna espansionistica. In queste terre la Storia viene scritta giorno dopo giorno, e per Urbe un nuovo capitolo sembra essere alle porte…

VRBE e’; un gioco di ruolo online, basato su un’interfaccia semplice, utilizzabile con qualsiasi programma per navigare in internet, in cui si immagina di vivere in un avamposto dell’impero romano, circa nel 60AC, situato nella Gallia Narbonensis (Francia), lungo il fiume Rodano, in un posto non precisato tra Arausio (Orange) e Lugdunum (Lyon).

VRBE e’ moderata, ed e’ adatta a tutti, anche perche’ con la sua ambientazione stuzzica i giocatori a documentarsi sulla storia di Roma, vi troverete gli appassionato di giochi di ruolo, cosi’ come persone interessate alla Storia di Roma, o anche chi vuole solo passare un po’ di tempo in compagnia giocando.”

Allora? cosa aspettate ad iscrivervi?!?!? http://www.vrbe.org

EA Sports – Rugby 2006 – Configurazione Tastiera


Da buon (!) appassionato di rugby nonche’ giocatore (!!!), ho iniziato a giocare a Rugby 2006 e devo ammettere che e’ un vero casino.
Cosi’ oggi, tra una formattazione e l’altra di server, ho fatto un piccolo manuale, dove ci sono le istruzioni per utlizzare la tastiera come controller.
EA Sports – Rugby 2006 – Keyboard Configuration – Configurazione Tastiera.pdf
Enjoy.

Telefonate sicure!

Un preservativo per cellulari: Pronta la soluzione che rende obsolete le vecchie foderine su misura. Nientemeno che un condom per telefonini.
A prova di acqua, sudore, sangue, unto e quant’altro può sporcare un telefono cellulare, arriva il “preservativo” per telefonini. Lo produce una compagnia olandese, che lo propone agli utenti professionalmente a rischio: tinteggiatori, pittori, macellai, cuochi, meccanici.
Stando ad alcune stime, sarebbero 68 milioni i telefonini danneggiati a causa dell’acqua o di vari tipi di sporco. Innovalife International Ltd è convinta che una “custodia” con spessore di 75 micron possa garantire una protezione da ogni dannosa eventualità. ”
Fonte: http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1555502&r=PI

Se si guarda il sito http://www.skins-mobile.com/ la cosa non sembra neanche stupida…

Microsoft Windows Update

Ancora in questi giorni, Microsoft rilascia aggiornamenti e patch per Windows 2000, un sistema operativo che, come dice il nome, e’ stato rilasciato nel febbraio del 2000.
Oggi pero’ siamo nel luglio 2006. Non e’ un po’ stupido che la Microsoft si impunti nel fare uscire nuovi sistemi operativi, quando quello vecchi hanno ancora dei problemi?
Quando ho fatto il volontario per le Olimpaidi Invernali di Torino 2006, l’ho fatto come “Help Desk Technician Level 2”, e tutto praticamente girava ancora sotto Windows 2000… quando ho chiesto il perche’, mi e’ stato detto che Win xp e Win 2003 non erano ancora affidabili… ed era il febbraio 2006.
Poi non c’e’ nulla da stupirsi che una societa’ che si occupa di sicurezza informatica suggerisca agli utenti normali di pc di passare a Mac.

Eko Kiwi Special 1975-1980

Ero alla ricerca di una chitarra elettrica tipo “Gibson / Epiphone Les Paul”, ma prodotta in Italia, cosi’ mi sono rivolto alla Eko, ma tutte le chitarre di “loro” produzione sono in realta’ fabbricate in Cina (per email mi hanno detto che stanno “progettando” di fare alcuni modelli in italia…mah…).
Cosi’ ho dato un’occhio su ebay, ed ho notato un vero mercato per le chitarre Eko, prodotte prima dell’invasione cinese, e, per pura fortuna, ho trovato questo gioiellino, prodotto negli anni dal 1975 ai primi anni ’80, ad un prezzo davvero conveniente.
Alcune caratteristiche sono la tastiera in ebano, con segnatasti in madreperla, la paletta con un’intarsio in madreperla, capotasto in ottone e 2 pickup Di Marzio Superdistortion.
Sono presenti due piccole customizzazioni, non ho capito se di fabbrica o dei precedenti proprietari, il battipenna non originale ed un piccolo interruttore tra i controlli del volume e tono del pickup al ponte, che lo commuta da humbucker a single coil.
Eccola….
eko kiwi special
Altre foto.

Nuovo Sito, Nuove Tecnologie.

Volevo da tempo cambiare aspetto e funzionalita’ al mio sito, ma essendo gia’ preso dalla sviluppo di VRBE ho sempre rimandato la cosa, cercando comunque qualche soluzione che mi permettesse di raggiungere lo scopo.
Le funzionalita’ che cercavo era quello di poter generare un feed rss, che si potessero inserire contenuti sia via browser che tramite qualche tool di editing offline, che il database dei post fosse facile da salvare, e che il database fosse in formato mysql o ms access.
Non ho mai trovato nulla che mi soddifacesse, facendo un mix potentissimo tra WordPress, l’ editor offline per servizi di blogging w.bloggar ed il mio spazio web con php-mysql.
Riesco ad inserire interventi da qualunque pc connesso ad internet (anche via email!!!) e dai vari pc tramite w.bloggar, permettendomi di caricare immagini e files via ftp.
Un vero delirio!

San Willis Haviland Carrier

Omaggio all’inventore dell’aria condizionata!

Carrier installò il primo impianto per aria condizionata domestico nel 1914 in una casa a Minneapolis (Minnesota), precedentemente i condizionatori erano utilizzati solo negli ospedali pubblici americani.

La Grande depressione rallentò l’utilizzo domestico e per scopi commerciali dei sistemi di raffreddamento. L’Igloo di Carrier presentato all’Esposizione Universale del 1939 offrì ai visitatori uno sguardo sul futuro dell’aria condizionata ma prima che potesse affermarsi sul mercato, scoppiò la II Guerra Mondiale e la Carrier convertì la produzione in quel periodo per scopi militari, come molte altre fabbriche.

La Carrier è stata pioniera nella progettazione e produzione di macchinari per la refrigerazione di vasti spazi. L’aria condizionata, consentendo un aumento della produzione industriale statunitense nei mesi estivi, rivoluzionò la vita degli americani. L’introduzione dei sistemi di climatizzazione domestica negli anni ’20 favorì la grande migrazione verso la regione del Sun Belt.

Fonte da Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Willis_Haviland_Carrier

http://en.wikipedia.org/wiki/Willis_Carrier

http://inventors.about.com/library/weekly/aa081797.htm

Pubblicato il 05/07/2006

Aggiornato il 21/06/2017