Incidente sulla A4: morti 3 bambini


In corsia di sorpasso si sono tamponate tre auto causando un bilancio di 4 vittime
Per un grave incidente avvenuto sull’A4 è chiuso il tratto tra Seriate e Bergamo in direzione Milano. In corsia di sorpasso si sono tamponate tre auto, una delle quali ha preso fuoco: drammatico il bilancio con 4 deceduti, di cui forse 3 bambini, e due feriti. L’incidente è avvenuto in rettilineo con condizioni meteo e di visibilità buoni ed asfalto asciutto.
Sul posto sono subito accorse le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco, gli operatori del soccorso sanitario e meccanico, il personale Autostrade per l’Italia della Direzione di Tronco di Milano. Per il traffico diretto verso Milano è stata disposta l’uscita obbligatoria a Seriate; Autostrade consiglia, in alternativa, di uscire a Brescia Centro, percorrere l’A21 Torino-Piacenza-Brescia fino a Piacenza sud dove è possibile immettersi sull’A1 Milano-Napoli. Difficoltà per il traffico anche in direzione Venezia, per consentire l’atterraggio dell’elisoccorso, il traffico è stato momentaneamente bloccato ed attualmente si viaggia su una corsia di marcia.” lastampa.it

Certo che c’e’ davvero gente imbecille. Questa mania idiota di correre in macchina senza rispettare i limiti. Credere che piu’ si ha la macchina grossa piu’ si possa andare veloce! Che idioti!
In automobile si muore, cerchiamo di ricordarcelo un po’ tutti. Altro che suonare il clacson o fare i fari se qualcuno e’ in mezzo alla strada, perche’ invece non rallentare?
E’ meglio arrivare tardi o arrivare vivi? E se la propria vita ha poco valore, vale la pena di correre rischiando di uccidere qualcuno?
In macchina, nella realta’, se si ha un’incidente si rischia uccidere qualcuno, mica come nella playstation.

3 pensieri su “Incidente sulla A4: morti 3 bambini

  1. Chara

    Il problema non è la velocità ma la brutta abitudine degli italiana di guidare in autostrada sempre occupando la corsia di sinistra. Mai a destra anche se sulle indicazioni luminose richiedono di occupare la corsia più a destra possibile. Occupare la corsia destra è degradante e tutti si vergognano!!! Quindi,tutti rigorosamente a sinistra in colonna. Uno frena e tutti addosso!!! Ci vuole più educazione civica che bisogna forse insegnare alla scuola guida. La polizia dovrebbe multare anche questa infrazione. Invece si guarda soltanto quella per l’alta velocità.

    Rispondi
  2. Daniele

    Brava Chiara! ma soprattutto cambierei la pena che bisogna scontare per determinate colpe… FACCIAMOLI LAVORARE A VITA NATURAL DURANTE SENZA ALCUNA REMUNERAZIONE E FACCIAMOLI VIVERE DI SOLI PANE ED ANQUA… Altro che gli fanno fare 2 mesi di carcere e 2 di psicologo per poi rimetterli in libertà questi soggetti! Dovrei essere io il dittatore come una volta… e poi vedreste come cambierebbero le cose…

    Rispondi
  3. TONI

    ANKE SE MOLTO IN RITARDO,HO VISTO IL VIDEO ORA E SONO RIMASTO SCIOCCATO PERCHE’ ANCH’IO HO 3 BIMBI,X I GENITORI NON HO PAROLE DI CONFORTO ANKE PERKE’IL SILENZIO E’ IL MODO PIU’ SINCERO X ESPRIMERE IL DOLORE STRZIANTE CHE HO DENTRO.X QUANTO RIGUARDA COLORO KE BEVONO ALCOL O FANNO USO DI DROGHE E SI METTO A GUIDARE PROVOCANDO INCIDENTI CON PERDITE UMANE,E FATALITA’ LORO NE ESCONO QUASI SEMPRE VIVI,LA LEGGE DOVREBBE FARGLI SCONTARE LA MASSIMA PENA,SONO OMICIDI A TUTTI GLI EFFETTI.CAPISCO KE NON COLMERA’ IL DOLORE DEI FAMILIARI MA ALMENO X 20ANNI QUESTI NON POTRANNO FARE ALTRO DANNO E SARA’ ESEMPIO X GLI ALTRI KE PRIMA DI FARE LA STESSA COSA PENSERANNO AI 20ANNI DI CARCERE.INVECE KE SI FA…QUALKE MESE DI GALERA,PATENTE RITIRATA X 1ANNO E VIA DI NUOVO E STI INCIDENTI CI SARANNO SEMPRE XKE’ LA LEGGE LI PREMIA,XKE’ SONO SOTTO EFFETTO DI ALCOL O DROGHE E QUINDI INCAPACI DI INTENDERE E DI VOLERE.GLI INCIDENTI POSSONO CAPITARE A TUTTI MA KE IO MI DEVO DIVERTIRE IN QUESTO MODO E GUIDARE, UCCIDENDO PERSONE,NO….NON E’ GIUSTO.AI GENITORI DEI 3 BIMBI AUGURO SOLO 1A VITA PIENA DI COSE BUONE PENSANDO KE LORO SARANNO X SEMPRE LI CON VOI,RIDENDO E GIOCANDO COME NELLE FOTO.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.